Quando Maria Elisabetta Alberti Casellati sosteneva che Ruby fosse davvero la nipote di Mubarak

Maria Elisabetta Alberti Casellati Ruby
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Maria Elisabetta Alberti Casellati e Ruby: una storia vecchia che ha fatto discutere per molto tempo ed è ancora vivo il ricordo delle dichiarazioni dell’attuale presidente del Senato sul caso Berlusconi-Ruby.

Quando Maria Elisabetta Alberti Casellati sosteneva che Ruby fosse davvero la nipote di Mubarak

Nel 2011 Maria Elisabetta Alberti Casellati, ospite di Lilli Gruber con Marco Travaglio, difendeva il suo “caro” Berlusconi sul caso Ruby. Il video diffuso da “Otto e Mezzo “, nella puntata in cui era ospite l’allora sottosegretaria alla giustizia Casellati, fece il giro del web ed ancora oggi fa discutere. La Casellati era convinta, nel difendere il Cavaliere, che Ruby fosse la nipote di Mubarak, l’ex presidente dell’Egitto.

“Quando Berlusconi ha incontrato Mubarak prima di questo episodio (si fa riferimento alla famosa telefonata fatta alla Questura di Milano per chiedere l’immediato rilascio di Ruby, nda) pare che sia venuto fuori da alcune testimonianze che proprio nell’incontro Mubarak aveva parlato di questa sua nipote, ed era un incontro ufficiale”.

Maria Elisabetta Alberti Casellati: la fedelissima di Berlusconi

Durante quella puntata Maria Elisabetta Alberti Casellati spiegava che, da un lato, Berlusconi ritenesse che Ruby fosse la nipote di Hosni Mubarak, data la telefonata ricevuta dal presidente egiziano. Dall’altro, avrebbe dato del denaro alla ragazza “per permetterle di lavorare e quindi di non prostituirsi”, racconta Casellati, ma il leader di Forza Italia “ha sempre dato tanti denari a tante persone, ha fatto tanta beneficenza”, diceva.

Le parole della Casellati dimostrano come fosse nelle grazie del Cavaliere e che fosse anche un sentimento ricambiato. Maria Elisabetta Alberti Casellati è una storica iscritta di Forza Italia. La sua carriera politica è iniziata proprio nell’anno di fondazione di Forza Italia (1994). Nella sua carriera politica ha sempre seguito la figura di Silvio Berlusconi.