Quel contratto “Special” che rende Mourinho un intoccabile. Liquidarlo costerebbe al Chelsea 50 milioni. Abramovich costretto a tenerselo nonostante i risultati disastrosi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un matrimonio forzato come in poche famiglie succede. Quello tra l’allenatore Josè Mourinho e il Chelsea è un legame che resta in piedi soltanto in nome dei soldi. L’avvio dello Special One quest’anno non può che essere definito disastroso. Il suo Chelsea arranca sia in Champions League che in Premier dove il rollino di marcia è da retrocessione. Eppure il club lo ha blindato con un comunicato a inizio settimana. Un allenatore normale al suo posto sarebbe saltato già da tempo. Mourinho no. Perché un divorzio dal club di Roman Abramovich costerebbe al magnate russo 50 milioni di euro circa. A tanto ammonta l’esorbitante liquidazione che spetterebbe all’allenatore portoghese in caso di licenziamento. Oltre ai risultati l’allenatore è finito nel mirino per aver chiesto e ottenuto il licenziamento della bella dottoressa Eva Carneiro con Mourinho aveva avuto un duro scontro. Insomma accontentato su tutto. Non si può dire, però, che lui stia accontentando chi lo paga profumatamente.