Questa sera vertice tra Conte, Salvini e Di Maio. Il leader della Lega: “Il tempo della festa è finito, da oggi si lavora per cinque anni: meno tasse e meno disoccupati”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Non abbiamo bisogno di chiedere soldi a tedeschi, spagnoli e lussemburghesi. Vogliamo usare per gli italiani i soldi degli italiani”. E’ quanto ha detto il vicepremier Matteo Salvini annunciando che questa sera incontrerà a Palazzo Chigi il premier Giuseppe Conte e il vicepremier Luigi Di Maio e sosterrà la volontà di “pagare i debiti e tagliare le tasse”.

“Nell’incontro di stasera con il premier Conte – ha detto ancora – parleremo dell’agenda di lavoro per i prossimi mesi e i prossimi anni che ci vede concordi nel mettere al centro il lavoro, meno tasse e meno disoccupati. Il tempo della festa è finito, da oggi si lavora per cinque anni”.

“Anche il voto amministrativo come quello europeo – ha aggiunto il leader della Lega commentando l’esito dei ballottaggi – non servirà per battaglie politiche interne ma per aver più forza in Europa. Non per cercare lo scontro ma per aver un equilibrio a tutela degli italiani. Lo ribadirò questa sera al presidente del Consiglio. In Europa noi diamo tanto e riceviamo poco. Vogliamo usare per gli italiani soldi degli italiani, non chiediamo niente agli altri. Chiediamo di potere aiutare la nostra gente”.

“Il centrodestra guadagna 40 sindaci, il centrosinistra ne perde 40, punto. La Lega – ha detto ancora Matteo Salvini – è praticamente il primo partito ovunque. Si è fatto bingo anche in Umbria”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA