Raitre è diventata una cenerentola

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

C’era una volta Raitre. Una rete nuova, innovatrice, che sperimentava con successo nuovi programmi e lanciava giovani conduttori. C’era una volta. Ora non c’è più. È da qualche anno, infatti, che la terza rete Rai non fa più appeal sul telespettatore. Appare imborghesita e piatta. Se poi cedono il passo anche programmi come Ballarò, che rappresentano la bandiera da mettere in vetrina per catturare investitori pubblicitari, è veramente dura andare avanti.
Anche questa settimana è cominciata nel peggiore dei modi. Il film Operazione Valchiria ha collezionato soli 907 mila spettatori e 3,42% di share, addirittura peggio di 200 mila spettatori rispetto agli ascolti di sette giorni fa. E ancora una volta la rete di Andrea Vianello è arrivata ultima tra le generaliste. L’unico programma che ancora tiene intera la sua dote è Chi l’ha visto? con Federica Sciarelli, un format che non invecchia mai, al contrario dei talk. Ma anche il Tg3 è calato negli ultimi anni. L’edizione delle 19 a fine settembre del 2010 vantava un 15% di share (spesso superava anche il 16%). Oggi la colonnina degli ascolti del telegiornale del terzo canale si ferma intorno al 10%. Va malissimo anche il preserale di Raitre, mentre si distinguono con buone performance (ottime se le confrontiamo con il resto della programmazione quotidiana) Agorà al mattino e la soap Un posto al sole nell’access prime time. Dunque, una Raitre in coma, proprio quando Raidue è tornata rediviva e Raiuno fa bottino pieno con fiction e intrattenimento.

HUNZIKER SUPER
È proprio la fascia che segue i telegiornali delle 20 e che precede la prima serata a collezionare picchi di ascolti da record. Soprattutto se in campo ci sono Flavio Insinna che con Affari tuoi su Raiuno lunedì ha toccato 7,3 milioni e 25,72% alle 21.14. Come è finito il programma si è impennata la Striscia di Michelle Hunziker e Piero Chiambretti: 26,6% alle 21.17 con 7,6 milioni. La coppia è andata meglio di Pieraccioni e Battista.

SCAZZI OK PER DEL DEBBIO
Quinta Colonna di Retequattro ha vinto nettamente il confronto con Piazzapulita di La7, ottenendo 1,174 milioni di spettatori e 5,25% di share, con la trasmissione di Corrado Formigli che è arrivata a 914 mila spettatori ed il 4,38% di share. Decisivo per Paolo Del Debbio è stato il picco finale: dalle 23.40 alle 23.55 con lo scazzo tra Daniele Martinelli e Claudia Terzi su immigrazione ed efficacia delle politiche leghiste al 12% di share.

D’URSO SCHIACCIASASSI
Pomeriggio 5 è irraggiungibile per la Vita in diretta. Nonostante la lieve crescita, rispetto alla scorsa stagione, ottenuta da Marco Liorni e Cristina Parodi, Barbara d’Urso resta inavvicinabile.
Il suo contenitore sfiora il 20% mentre Raiuno è indietro di 4 punti. Canale 5 sfrutta benissimo il traino di Beautiful, Centovetrine, Uomini e donne e Il Segreto.