Raitre, Riotta diventa un caso rovente con Parallelo Italia. Vianello sotto accusa: spesi 2 milioni per un flop

Raitre, Riotta diventa un caso rovente con Parallelo Italia. Vianello sotto accusa: spesi 2 milioni per un flop

Con l’estate Raitre ha puntato su due programmi per consolidare gli ascolti del martedì e del mercoledì: 47 35 Parallelo Italia e Chi l’ha visto? le storie. In quest’ultimo caso l’obiettivo di tenere inchiodato il pubblico conquistato da Federica Sciarelli è stato centrato. Invece per quanto riguarda il programma itinerante del martedì condotto da Gianni Riotta si può parlare di flop. Sono stati investiti 2 milioni di budget (che divisi per le 7 puntate fanno oltre 285 mila euro a serata). Più di Ballarò che è costato mediamente 150 mila a puntata (super compenso del conduttore a parte). Solo Servizio pubblico è costato di più (oltre 300 mila a puntata compreso l’ingaggio di Michele Santoro). Ebbene le spese non hanno ripagato nemmeno la candela. Dopo un esordio da 1 milione con oltre il 5% di share (con l’intervista a Renzi), due tracolli al 3%. Martedì scorso alla coppia Gianluigi Paragone-Francesca Barra è riuscita l’impresa che Floris durante la stagione ha solo sfiorato: il sorpasso di La7 su Rai3. Quasi 200 mila spettatori in più e il 4,12% di share contro 3,57% di Riotta. Nonostante In Onda abbia dovuto affrontare in avvio la concorrenza di Del Debbio e il programma sia finito diversi minuti prima di quello di Raitre. Per la trasmissione dell’access prime time di La7 (che il martedì prende pure la prima serata) il bilancio è molto positivo. Una media share vicina al 4,5% e due conduttori che sono piaciuti al pubblico. Paragone, come Del Debbio, perché è di rottura, affronta i temi di pancia e non alla maniera dei politici. La Barra ha dimostrato di cavarsela bene anche in conduzione. E poi la sua presenza è stata una manna dal cielo per propagandare il programma di La7. In un mese è stata al centro dell’attenzione come nessuna mai. Scomodando invidiosi, fan e perfino direttori e politici snob. Le critiche nei suoi confronti sono state uno spot per il programma.

Raitre, Riotta diventa un caso rovente con Parallelo Italia. Vianello sotto accusa: spesi 2 milioni per un flop

DOPO TRAP ECCO PRANDELLI
Raisport sta per chiudere con Cesare Prandelli come opinionista di Novantesimo minuto (quest’anno affidato a Paola Ferrari e Marco Mazzocchi). Al suo fianco sembra ci sia anche il vecchio e intramontabile Ormezzano.

IL TRAVAGLIO DI MENTANA
Francesca Fagnani ed Enrico Mentana, una delle coppie protagoniste del gossip. Dopo che i paparazzi li hanno beccati fuori da un locale romano, ecco che lei è stata vista fino a tarda sera al tavolo del ristorante La Fiorentina in compagnia di Marco Travaglio. Chissà se davanti a un buon bicchiere di vino e a un’ottima bistecca, i due abbiano parlato di un nuovo posto di lavoro. La Fagnani nella stagione tv appena conclusa ha fatto parte della squadra di Ballarò.

DANIELE LA PIÙ AMATA DAI NONNI
Psicologi e psichiatri dicono che la tv fa bene agli anziani. Pure d’estate. Aiuta a combattere la depressione. è un farmaco mentale. Da una ricerca di Federanziani Toscana la top five degli over 65 è: 1) Eleonora Daniele, 2) Mia Ceran-Alessio Zucchini, 3) Serena Bortone, 4) Gianluigi Paragone, 5) Alessia Marcuzzi.
NETFLIX-TELECOM SPOSI
ABBONATI SKY: 4,7 MILIONI
SUPERBOWL SU PREMIUM
Netflix in tv attraverso il decoder TimVision, anche in Hd, per i clienti Telecom Italia: è stato firmato l’accordo con la piattaforma Usa che arriva in autunno. Dopo tre anni di leggero calo gli abbonati di Sky in Italia sono stabili a 4,725 milioni. Per i prossimi tre anni atterra su Mediaset Premium la stagione della Nfl, la lega professionistica di football americano, con tanto di Super Bowl.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 21:09
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram