Riparte la sperimentazione del vaccino Astrazeneca-Oxford. Via libera delle autorità sanitarie inglesi dopo il caso della reazione sospetta su uno dei volontari

dalla Redazione
Cronaca

L’università di Oxford e AstraZeneca hanno riavviato la sperimentazione nel Regno Unito del vaccino contro il Covid-19, dopo che lo studio era stato interrotto a causa delle preoccupazioni generate dalla reazione anomala su uno dei partecipanti al trial. Da Oxford hanno fatto sapere che l’autorità di regolamentazione del Regno Unito, la Medicines Health Regulatory Authority, ha raccomandato che lo studio riprendesse. “Il comitato del Regno Unito ha concluso le sue indagini e ha raccomandato all’MHRA che gli studi nel Regno Unito possano riprendere in sicurezza”, ha spiegato una fonte da AstraZeneca a bloomberg.com. Una notizia importante anche per l’Italia considerato che l’Irbm di Pomezia è coinvolto nella realizzazione del vaccino. “La ripresa della sperimentazione del vaccino Astrazeneca è una buona notizia. Ma serve ancora tanta prudenza. La scienza è al lavoro per dare al Mondo cure e vaccini efficaci e sicuri. Nel frattempo la vera chiave continuano ad essere i comportamenti di ciascuno di noi”, commenta il ministro della Salute, Roberto Speranza.