Rocio Munoz Morales: figlie, sorelle, fisico, altezza e peso della fidanzata di Raoul Bova

Rocio Munoz Morales
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Rocio Munoz Morales è la compagna dell’attore romano Raoul Bova che per lei ha lasciato la sua prima moglie. Modella e attrice di origini spagnole, in Italia si è inserita nel mondo dello spettacolo e della televisione.

Rocio Munoz Morales: altezza e peso

Rocio Munoz Morales è nata a Madrid il 10 giugno del 1988. Da piccola ha studiato danza e ha ottenuto diversi premi in competizioni internazionali. Ha anche lavorato come ballerina professionista nel tour mondiale del cantante Julio Iglesias.  Ha poi iniziato la sua carriera televisiva ed è diventata popolare grazie alla partecipazione come insegnante di danza nel programma Mira Quien Baila, l’edizione spagnola di Ballando con le stelle. Nella sua carriera da modella ha posato per diverse riviste come Elle, Vogue, Glamour, Vanity Fair.

Rocio Munoz Morales: figlie e sorelle

Dalla relazione con Raoul Bova sono nate due bambine: Luna, il 2 settembre 2015 e Alma il 1 novembre 2018. Ha due sorelle: Pilar e Veronica Munoz Morales. Sono più grandi di lei, vivono in Spagna. L’attrice e modella, compagna di Raoul Bova, ha parlato così della sua famiglia e delle sue sorelle: “Scappo a Madrid appena posso. Con l’aereo, arrivo a destinazione in appena 2 ore e 20 minuti. Li sento a lungo al telefono, tutti i giorni. Ho due sorelle maggiori, si chiamano Pilar e Veronica, hanno 15 e 14 anni più di me e mi hanno reso zia di 4 splendide, fantastiche nipotine, 2 delle quali sono gemelle: Isabella e Blanca. Già, sono tutte femmine. Una vocazione davvero tutta rosa”.

Fidanzata di Raoul Bova

Nel 2012 ha debuttato al cinema italiano nella commedia Immaturi-Il viaggio, dove ha conosciuto Raoul Bova, suo attuale compagno. In un’intervista Rocio ha parlato della relazione con l’attore: «È una cosa nata col tempo: sul set c’era un rapporto professionale e di stima. Poi abbiamo continuato a cercarci: c’era un collegamento di anime, avevamo capito che volevamo frequentarci». In più ha aggiunto: «Condividiamo la passione per le cose semplici», ha spiegato ora al Corriere della Sera, «Ci piace starcene a casa a vedere un film». Come in ogni coppia, naturalmente, non è tutto perfetto: «Abbiamo anche i nostri difetti, lui a volte è egoista e un po’ geloso; io troppo esigente, e tendo a ripetere le stesse cose tante volte».