Respinto il ricorso. Rossi parte in fondo alla griglia. Nel Gp di Valencia che assegnerà il mondiale servirà una clamorosa remuntada

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
di Marco Castoro
Niente da fare. Valentino Rossi domenica partirà per ultimo. E da quella posizione comincerà la rincorsa verso il decimo titolo iridato. All’inseguimento di Lorenzo. Il Motomondiale è stato falsato da Marquez e dalla penalizzazione inflitta al pesarese che nemmeno il Tribunale arbitrale sportivo di Losanna ha cancellato. Il nove volte campione del mondo vanta 7 punti di vantaggio sul rivale, ma la partenza dal fondo preclude molte delle sue possibilità di conquistare il titolo. Lorenzo sicuramente partirà davanti ed è il grande favorito. Sul circuito di Valencia già è pronta la festa. Ma comunque vada il Mondiale è stato falsato. Le riprese dall’elicottero confermano la versione di Valentino sul contatto di Sepang, ma la penalizzazione è rimasta. Quello che è certo è che dopo una lunga e appassionante stagione la gente non ricorderà le gare vinte da Lorenzo o da Rossi, ma il contatto che ha fatto cadere Marquez. Anche Lorenzo non esce bene da questa contestata diatriba. Si è messo in mezzo anche nell’appello di Valentino (personale perché la Yamaha non si è schierata) al Tas di Losanna. Quando poteva starsene in silenzio alla finestra. Si è lamentato perché voleva far penalizzare Rossi anche a Sepang. Per lui le prime vendette sono già arrivate. La Sector No Limits, brand italiano di orologi, gli ha tolto la sponsorizzazione. Non sarà più Lorenzo il testimonial. Gli resterà la paella valenciana.
LA SFIDA IN TV – Sky e le sue reti derivate stanno allestendo un domenica da record. Sia per gli ascolti sia per break e inserzionisti pubblicitari. Per gli abbonati il canale 208 di Sky trasmetterà prove, conferenze stampa e la diretta della corsa (si parte alle 14). Tutto in Hd con tanto di mosaico interattivo. Ma il Gp della Comunità Valenciana sarà trasmesso in chiaro e in diretta in simultanea anche dai due canali free di Sky, Cielo e Mtv8. Ora a Valentino non resta che provarci: “Rimpianti? Rimpiango solo di non aver seguito la mia traiettoria normale. Il rapporto in futuro con Lorenzo? Non so”. Obiettivamente sarà difficile immaginare i due con lo stessa casa motociclistica anche il prossimo anno.
PER VINCERE – Rossi vince il titolo iridato della MotoGp se finisce davanti a Lorenzo. Il vantaggio in classifica è di sette punti. Se Lorenzo vince, Rossi deve arrivare secondo a tutti i costi. Perché chi vince prende 25 punti e il secondo 20. Se a finire secondo è Lorenzo a Valentino non restano che due piazzamenti: la vittoria o il terzo posto (al quale vanno 16 punti). Con Lorenzo al terzo posto a Rossi occorre almeno il 6° piazzamento.