L’altolà di Salvini sulle riaperture. “Chiediamo più coraggio. Mi fido di Draghi, ma no a chiusure a oltranza”

Lucano Salvini
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Chiediamo più coraggio sulle riaperture, proposte di buonsenso vengono non solo dalla Lega ma anche dalle Regioni, di tutti i colori politici, e sono basate su protocolli di sicurezza scientifici”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, su Facebook a proposito del prossimo decreto sulle riaperture (leggi l’articolo).

“Non me l’ha scritto il dottore di approvare cose che non mi convincono. Sono leale al governo e mi fido di Draghi – ha aggiunto Salvini parlando ancora di riaperture -, ma no a chiusure a oltranza, la Lega è al governo per riequilibrare un certo squilibrio su assistenzialismo, statalismo e centralismo, difendendo il lavoro autonomo e le libertà”.

“Rispetto a libertà, diritti, lavoro e ritorno alla normalità chiediamo più coraggio. Il tema degli sfratti in sospeso rientra nel tema libertà e diritti. L’obiettivo – ha spiegato ancora il leader della Lega – è che entro i prossimi giorni si possa dare una dose di democrazia. Sono convinto che Draghi porrà fine a questa ingiustizia”.

“La cedolare secca per immobili a uso non abitativo – ha detto ancora il Capitano – mi sembra una semplificazione fondamentale anche per l’emersione del sommerso. Vanno ripristinati il diritto di libertà e il concetto di proprietà privata. Se qualcuno non ce la fa a pagare l’affitto per i danni del Covid deve essere aiutato dallo Stato, non possono essere i piccoli proprietari a farsi carico di questa situazione”.

“Votare qualcosa che va contro l’utilitaà comune e il buon senso non mi va. Non me l’ha prescritto il dottore di votare qualcosa di cui non sono convinto” ha poi ribadito ancora Salvini sempre a proposito delle riaperture e del prossimo decreto anti-Covid. “Non chiediamo quel che non si può chiedere, ma non ci sono dati scientifici che supportino certe scelte”, ha aggiunto il segretario della Lega, che sul green pass ha sottolineato: “Se mi chiedi il certificato verde mi riapri tutte le attività economiche”.

Leggi anche: Visite ad amici e parenti: le nuove regole del nuovo decreto riaperture dal 26 aprile.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I politici in fila dalle Lobby

Nel Paese dove il re dei conflitti d’interesse, Silvio Berlusconi, può diventare Presidente della Repubblica, che speranza ha una legge che regoli sul serio i rapporti tra lobby, politica e affari? Se a qualcuno sfuggisse la risposta, è illuminante seguire l’iter parlamentare della norma che

Continua »
TV E MEDIA