Juve e Napoli contro Sanremo. La partita alla stessa ora della finale del Festival. Viale Mazzini lancia la campagna per la legalità

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Angelo Costa

Secondo Campo Dall’Orto gli ascolti contano fino a un certo punto. Spesso sono strumentali. Quello che conta nella sua Rai sono il tipo di servizio e il messaggio che arriva fino in fondo. Sarà pur vero, tuttavia, a Viale Mazzini stanno facendo di tutto affinché anche quest’anno il Festival di Sanremo conquisti un bel po’ di share. Che confermi il successo dell’anno scorso di Carlo Conti e della sua squadra. Come da tradizione nel sabato della finale Raiuno non avrà la concorrenza di Maria De Filippi che si ferma ai box con C’è posta per te per non perdersi le performance dei  big canori da lei lanciati ad Amici. Tuttavia per Conti ci sarà un’altra sfida molto impegnativa. Sabato 13 febbraio si gioca il big match più atteso del campionato di calcio. La partita che potrebbe decidere lo scudetto: Juventus-Napoli. La gara sarà in pay tv, quindi trasmessa da Sky e Premium, tuttavia molti locali e ristoranti la trasmetteranno in diretta e Sanremo potrebbe perdere un po’ di pubblico. È vero che la partita dura poco meno di due ore e quindi c’è tempo per recuperare lo share, però è sempre un fatto che potrebbe incidere sull’andamento delle curve.

W LA LEGALITÀ – Il direttore generale di Viale Mazzini, Antonio Campo Dall’Orto, e il direttore della Tgr, Vincenzo Morgante, sono alla guida della campagna Rai sulla legalità. Un’iniziativa che vedrà le redazioni regionali in campo dal 25 al 30 gennaio. La tv di Stato ha ricevuto gli applausi del presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone, e del procuratore capo di Roma, Giuseppe Pignatone. Inchieste, servizi e interviste realizzati con lo scopo di denunciare l’illegalità e i pericoli del web, il bullismo e il cyberbullismo. Una campagna di sensibilizzazione che mira a inculcare l’abitudine al rispetto delle leggi e il rifiuto di ogni forma di corruzione, a partire dalle più piccole. Si comincia dalle scuole ma la sensibilizzazione riguarda tutti.

RAISPORT SHOW – Non bastava la partita di Coppa Italia tra Napoli e Inter (6,9 milioni e 25% di share) ci si è messa pure la lite tra Mancini e Sarri per togliere ascolti a Giannini e Floris. Il dopo partita trasmesso da RaiSport 1 ha avuto ascolti eccezionali per la rete: 5,6% di share (meglio anche del Processo del lunedì su Raitre). Sullo stesso livello di Ballarò e diMartedì, fermatisi rispettivamente al 5,7% e 5,40%.

VALENTINO CHEF – Grande entusiasmo per la prova in esterna di questa settimana a MasterChef Italia, che stasera giunge a metà stagione con la sesta puntata in esclusiva su Sky Uno Hd, che vede tutti i protagonisti in trasferta nel Motor Ranch di Valentino Rossi, il luogo dove il pluricampione del mondo di motociclismo si allena.
La competizione prevede una doppia sfida: concorrenti divisi in due squadre, impegnati in una prova ai fornelli per preparare a 40 persone una grigliata mista di carne, una bruschetta al pomodoro, un’insalata di fagioli e una peperonata. Valentino nel promo confessa di saper fare solo il caffè. Però ama mangiare bene.