Sanremo, tifo da Stadio per Rocco. La band e Hunt favoriti per la vittoria del Festival. Occhio a Scanu, Elio e Patty Pravo due incognite

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

Azzardiamo un pronostico per il vincitore di Sanremo: finalina a tre tra Valerio Scanu, Rocco Hunt e gli Stadio. Con Patty Pravo e il duo Iurato-Caccamo subito a ridosso. Poi Elio e tutti gli altri. Ovviamente non abbiamo la palla di vetro, le nostre conclusioni sono frutto di alcuni ragionamenti E quindi verranno stravolte. Scanu va tenuto in considerazione non perché abbia tra le mani un testo eccezionale (si tratta di versi malinconici della fine di una storia d’amore), bensì perché a firmare il brano è Fabrizio Moro che a Sanremo difficilmente sbaglia l’approccio. Inoltre non va trascurato il fatto che Scanu oggi appare più affidabile rispetto al passato, avendo metabolizzato le sbandate in carriera che l’hanno portato sull’Isola dei famosi. è il più social dei finalisti. Ha un grande seguito sul web. Rocco Hunt invece va fortissimo al televoto (che incide al 40%, un 10% in più per ciascuna delle giurie demoscopica e di qualità). Dalla sua regione votano a bizzeffe. Del resto la sua canzone è una chiamata alle armi, non quelle che uccidono, ma quelle che suonano come una sveglia. Per i giovani, per il Sud. Una specie di Chi non lavora non fa l’amore in rap napoletano. E poi non guasta avere la Sony dietro. Gli Stadio hanno un testo molto bello che non si riferisce alla solita storia d’amore contorta ma al rapporto tra un padre e una figlia. Pieno di sacrifici e speranze. Commovente.
I bookmaker continuano a considerare favoriti Caccamo e Iurato, la coppia che tanto piace a Caterina Caselli, Fiorella Mannoia e Maria De Filippi (che però tifa pure per Scanu).
Patty Pravo merita la standing ovation per la carriera. In questo Festival ha portato un bel brano ma il suo viso, un po’ alieno e un po’ bambola di plastica, non la rendano simpatica al pubblico a casa.
Elio, la cui bravura è fuori discussione, potrebbe pagare però la voglia matta di stupire sempre tutti. Sia con le giurie sia soprattutto al televoto, per il quale chi chiama e vota paga 1,01 euro a chiamata. Tra i giovani successo per Francesco Gabbani.

ALL’ESTERO SI CANTA JUVE-NAPOLI
Carlo Conti aveva dato un consiglio ai tifosi di Juventus e Napoli: registrare la partita, spegnere i telefonini e vederla dopo la fine del Festival. Ma molti tifosi si sono ribellati. Chi ha il telecomando può scegliere, mentre gli italiani all’estero che vedono solo Rai Italia (l’ex Rai International) no. Ebbene a sorpresa Viale Mazzini ha cambiato l’ordine nel palinsesto del canale: diretta della gara alle 20:45 e festival in differita.

ASCOLTI
Giovedì sera 120mila spettatori hanno tradito Conti per vedere Il segreto su Canale 5 o Masterchef che ha permesso a SkyUno di fare meglio di Raidue, Raitre, La7 e Rete 4. Quasi il 4% di share di media con picchi del 5% quando è stata eliminata Rubina. La terza serata di Sanremo è stata vista da 12,032 milioni di spettatori ed il 45,91% di share fino alle 23:50. Poi seconda parte da 6,820 milioni e 58,04% di share. Media: 10,462 milioni di spettatori ed il 47,88% di share. Dal 2006 a oggi Conti in terza serata ha battuto tutti i precedenti conduttori tranne i due Morandi e Fazio 2013.