Scoppia la guerra nell’Opus Dei per la Tgr. Ferragni contro Morgante: i cattolici si litigano la direzione della testata Rai. E Cairo fa l’accordo: la finale di Miss Italia su La7 alla faccia di Mentana

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

Papa Bergoglio continua a predicare. Ma all’interno del mondo cattolico c’è chi razzola male. Il Pontefice ha più volte ribadito l’invito alla Chiesa di spogliarsi dei beni e dei privilegi mondani, di tenersi lontano dal potere terreno. E invece proprio in questo contesto, a sorpresa, si sta scatenando una specie di guerra intestina dentro l’Opus Dei per il nuovo direttore della Tgr, posto lasciato vacante dal dimissionario Alessandro Casarin. Tra i contendenti da un lato c’è Fabrizio Ferragni, il vice direttore del Tg1, dall’altra parte del ring c’è Vincenzo Morgante, il responsabile della sede Rai della Sicilia. Entrambi hanno delle buone spinte per tagliare il traguardo. Ferragni può contare sull’amico Pippo Corigliano dell’Ufficio informazioni della Prelatura dell’Opus Dei. Mentre Morgante, ben visto anche dal dg Luigi Gubitosi, è molto vicino ai membri soprannumerari dell’Opus Dei. Dunque un bel derby all’interno della prelatura. Ma anche Pdl e Pd cercano di giocare la partita. Nel centrodestra il candidato in pole è Gennaro Sangiuliano, altro vicedirettore del Tg1. In seconda battuta ci sarebbe Susanna Petruni, anche se per lei diventa tutto più difficile dopo che le azioni di Berlusconi sono scese di un bel po’.
E il Pd se ne sta buono buono? Tutt’altro. Tocca a Giuseppe Giulietti individuare un candidato anche se non sarà facile visto che non si sa ancora bene chi comandi realmente all’interno del partito. Comunque Giulietti si sta muovendo e sta premendo su Gubitosi.

Miss Italia su La7 in barba a Mentana
La serata finale di Miss Italia 2013 andrà in onda su La7 domenica 27 ottobre, con la conduzione di Massimo Ghini e Cesare Bocci. Accordo fatto dal patron Urbano Cairo nonostante il veto posto dal direttore Enrico Mentana che si era opposto con fermezza al concorso su La7, al punto di avanzare l’ipotesi che se si fosse arrivati all’accordo la sua posizione sarebbe stata messa in discussione. Ora che farà Mentana?

Toffanin asfalta le Amiche
Verissimo condotto da Silvia Toffanin mette a tacere le Amiche del sabato nella prima sfida stagionale: 1.974.000 telespettatori, share del 16,04% (17,38% sul target commerciale) per Canale 5 contro il 12,41% e 1.563.000 del programma di Raiuno. Il talk show del Biscione ha toccato il picco d’ascolti del 20% di share quando l’ospite Max Cavallari dei Fichi d’India ha mostrato ai telespettatori un video girato con il cellulare in cui il suo amico e storico compagno di lavoro Bruno Arena, saluta in pubblico e fa il segno dell’ok con le dita, a indicare che sta meglio e si sta riprendendo dall’ictus che l’ha colpito.

Altro che Formula 1 a Sky tirano le partite
Sabato sera Inter-Roma è stata vista su Sky da 1.681.957 spettatori medi complessivi, con il 6,51% di share. Ha fatto ancora meglio Juve-Milan di domenica sera con 2.145.494 spettatori medi complessivi e il 7,79% di share. Per il Gp di Corea di F1, trasmesso in esclusiva, solo 449.657 spettatori medi complessivi, in pratica un quinto degli appassionati di calcio.

Abc-Disney acquista diritti di Una mamma imperfetta
Al Mipcom di Cannes la Rai ha venduto a Abc Studios-Disney i diritti per il remake di Una mamma imperfetta, progetto scritto e diretto da Ivan Cotroneo e prodotto da Indigo Film, 21, Corriere della Sera e Rai Fiction. Una commedia sulle donne di oggi e, più in generale, sui compromessi tra lavoro e famiglia.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA