Se n’è andata la Saeta Rubia

Dalla Redazione
Sport

Dalla Redazione

La Spagna e il Real Madrid piangono Alfredo Di Stefano. L’ex centravanti delle merengues, da molti considerato come il più grande giocatore del suo tempo, si è spento all’ospedale “Gregorio Maranon” dove era ricoverato da sabato per un infarto. Conosciuto come “La Saeta Rubia” (la freccia bionda) Di Stefano era nato a Barracas, uno dei quartieri di Buenos Aires.

Cresciuto nel River Plate, con l’approdo nel Real Madrid (nel 1953) acquisisce fama internazionale legando il suo nome alla storia del club e formando con Ferenc Puskas una delle coppie d’attacco più forti di tutti i tempi. Durante la sua militanza nel Real si aggiudica cinque coppe dei Campioni e otto campionati spagnoli.

Naturalizzato spagnolo è stato anche punta di diamante delle Furie Rosse iberiche. Il suo legame con il club più importante nel mondo lo ha portato a ricoprire, sino a oggi, il ruolo di vice presidente onorario. Di Stefano aveva 88 anni.