Si avvicina il taglio dei parlamentari. L’Aula del Senato approva il disegno di legge costituzionale. Ora si torna alla Camera per l’ultimo passaggio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’Aula del Senato ha approvato questa mattina, con 180 voti favorevoli, 50 contrari e nessuna astensione, il disegno di legge costituzionale sul taglio del numero dei parlamentari. Serviva la maggioranza assoluta. Ora il provvedimento torna alla Camera per l’approvazione definitiva. Forza Italia, come ha annunciato in Aula, non ha partecipato al voto. Consistente, invece, la rappresentanza nell’Aula di Palazzo Madama degli esponenti del Movimento 5 stelle. Tra gli scranni del governo, al momento del voto, erano presenti il vicepremier e leader del M5s Luigi Di Maio, il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro, il Guardasigilli Alfonso Bonafede e il ministro ai Trasporti Danilo Toninelli. “Siamo molto contenti – ha commentato il vicepremier Luigi Di Maio – del fatto che oggi in terza lettura sia stato approvato anche al Senato il taglio di quasi 350 parlamentari della Repubblica. E’ stata una partita difficile: questa era la fine di un tempo fondamentale. Adesso ci manca l’ultimo tempo per segnare il gol definitivo e far diventare il taglio dei parlamentari una riforma per sempre”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I politici in fila dalle Lobby

Nel Paese dove il re dei conflitti d’interesse, Silvio Berlusconi, può diventare Presidente della Repubblica, che speranza ha una legge che regoli sul serio i rapporti tra lobby, politica e affari? Se a qualcuno sfuggisse la risposta, è illuminante seguire l’iter parlamentare della norma che

Continua »
TV E MEDIA