Sommossa nel carcere di Modena, sale a 6 il numero di detenuti morti. Una ventina i feriti, alcuni sono in prognosi riservata

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sale a 6 il numero delle vittime in seguito alla sommossa, scoppiata ieri pomeriggio nel carcere Sant’Anna di Modena , dopo l’emanazione di alcune misure di prevenzione per contenere la diffusione del Coronavirus. “Tre sono morti prima del trasferimento, nel carcere di Modena e altri 3 nelle carceri dove erano stati trasferiti” ha confermato il capo del Dap, Francesco Basentini, in collegamento telefonico con Agorà. E sono 18, al momento, i detenuti trattati nei posti medici avanzati, la maggior parte per intossicazione. A renderlo noto è un comunicato del Policlinico di Modena. I feriti più gravi sono 6, tutti tra i detenuti, sono stati portati in ospedale, di questi 4 sono in prognosi riservata. Al Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Baggiovara sono giunte 3 guardie lievemente ferite e sette sanitari con ferite lievi; uno di questi è lievemente intossicato. I sanitari coinvolti fanno parte del contingente di 2 medici, 1 coordinatore infermieristico e 7 infermieri impegnati nell’assistenza ai detenuti.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA