“Sono commosso, grazie, onorato”. Chi ha votato Crosetto? Oltre 50 voti dei 114 che ha ottenuto non provengono dai grandi elettori di Fratelli d’Italia

GUIDO CROSETTO
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Sono commosso, grazie, onorato”. È quanto ha detto l’ex parlamentare di FdI, Guido Crosetto (qui il suo profilo), rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano un commento ai voti presi durante il terso spoglio per il Quirinale (leggi l’articolo). Per Crosetto i voti dello spoglio per il Colle e le preferenze che ha raccolto dimostrano “la capacità del centrodestra, se volesse, di prendere voti anche fuori dal centrodestra”.

Crosetto ha superano di molto i numeri su cui può contare Fratelli d’Italia, cioè 63 voti (21 senatori, 37 deputati e 5 delegati regionali). Si è attestato a 114, dunque 51 preferenze in più rispetto al totale dei grandi elettori del suo partito. “La mia – ha spiegato l’esponente del partito di Giorgia Meloni – è una candidatura di bandiera che c’è oggi, domani non ci sarà più. Io volevo candidarmi come presidente dello Juventus club…”.

“Chi mi ha votato? Non li so i voti”, ha aggiunto Crosetto mentre salutava affettuosamente la grillina Laura Castelli. “Se mi ha votato anche lei? Non lo so”, ride. “Questi voti non contano niente, ma fanno piacere”. “L’elezione del Presidente della Repubblica- ha aggiunto – è sempre stata nelle mani dei leader politici e nella loro capacità di trovare convergenze per il bene del Paese. Quando? Speriamo dopodomani”.

“Il risultato della candidatura di bandiera di Guido Crosetto – che raccoglie in aula il doppio dei voti di Fratelli d’Italia che lo proponeva – dimostra la potenziale attrattività che avrebbe un candidato unitario del centrodestra nell’attuale Parlamento” scrive in una nota Fratelli d’Italia. “Ragione per la quale – aggiungono dal partito della Meloni – ancora una volta, pienamente soddisfatti dell’unità con cui il centrodestra si sta muovendo in questa fase, FdI continua a ritenere imprescindibile una votazione compatta del centrodestra su un candidato della coalizione, come concordemente valutato nell’ultimo vertice. A Matteo Salvini il mandato di individuare, attraverso le sue molteplici interlocuzioni, il candidato più attrattivo tra quelli presentati ieri”.

Leggi anche: Terza fumata nera per il Quirinale. Ma lo scenario sta cambiando. In 125 hanno votano Mattarella. E altri 114 Crosetto. Conte: “Il Paese è in ginocchio. Il M5S è disponibile a rilanciare la missione di governo”.