Sparatoria a Utrecht, torna l’ipotesi dell’attentato terroristico. Il killer non conosceva le vittime e in un’auto aveva un biglietto con la scritta “Allah”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I procuratori olandesi, che indagano sulla sparatoria di ieri sul tram di Utrecht che ha causato la morte di tre persone, riferiscono che la pista del movente terroristico è ancora presa “seriamente” in considerazione, in particolare in seguito al ritrovamento di un biglietto trovato nell’auto dell’uomo accusato della strage. Gli inquirenti hanno aggiunto che “non vi sono ancora indicazioni” sul fatto che Gokmen Tanis conoscesse le vittime. La polizia olandese, intanto, ha arrestato altre due persone, sospettate di essere coinvolte nell’attacco. Nel biglietto trovato nell’aula di Tanis, secondo alcuni testimoni, c’era la parola “Allah” scritta a caratteri cubitali.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La bugia della destra e della sinistra

Piccola bussola per chi ha perso l’orientamento tra destra e sinistra, e ieri si è smarrito ancora di più vedendo Salvini difendere Renzi dalle polemiche sull’incontro carbonaro con lo 007 Mancini nella piazzola di un autogrill. A guardarli con gli occhiali del passato, destra e

Continua »
TV E MEDIA