Stepchild Adoption, la Cassazione dà l’ok e sbugiarda il Parlamento. Ora una bimba di 6 anni può essere adottata dalla convivente della mamma

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Parlamento non ha inserito la stepchild adoption nel testo approvato sulle Unioni Civili. Ma ora ci pensa la Cassazione a dar manforte alle coppie omosessuali che vogliono adottare il figlio avuto, da uno dei due partner, in una precedente relazione.

C’è un primo via libera, infatti, della Suprema Corte alla adozione del figlio del partner. La prima Sezione Civile della Corte di Cassazione ha respinto il ricorso del procuratore generale e ha confermato la sentenza della Corte d’Appello di Roma, che aveva già dato l’ok alla domanda di adozione di una bambina di sei anni proposta dalla convivente della mamma. A dirlo è la stessa Cassazione in un comunicato.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA