Strage di civili a Borovoy, l’esercito russo spara su bus con persone in fuga da Kharkiv

Strage di civili a Borovoy
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Strage di civili a Borovoy: continuano le città e villaggi ad essere distrutti dalle forze russe. Ormai non si contano più i morti e feriti che i russi si lasciano dietro le loro spalle così come le loro brutalità.

Strage di civili a Borovoy, villaggio ucraino

Le stragi in Ucraina non finiscono e non hanno nemmeno limiti purtroppo. Nelle ultime ore, sono emerse notizie rispetto a un nuovo villaggio preso di mira dai militari russi. Si tratta del villaggio di Borovoy nella regione di Kharkiv. Ci sarebbero diversi morti e anche molti feriti.

Inoltre, a Borodyanka, la seconda città nella regione di Kiev più colpita dai bombardamenti russi dopo Mariupol, sono stati trovati sotto le macerie di una casa 4 corpi che si aggiungono a quelli di 6 persone già ritrovate. Arrivano dichiarazioni anche da parte del presidente ucraino nel 5oesimo giorno di guerra: “Cinquanta giorni della nostra difesa sono un risultato. Un risultato di milioni di ucraini. Durante i 50 giorni di questa guerra, l’Ucraina è diventata un eroe per tutto il mondo libero. Per coloro che hanno il coraggio di chiamare le cose con il loro nome. Per coloro che non sono avvelenati dalla propaganda.

L’esercito russo spara su bus con persone in fuga da Kharkiv

Non arrivano notizie incoraggianti rispetto all’attacco russo a Borovoy. Secondo quanto riportato, l’esercito russo ha sparato sugli autobus di evacuazione vicino al villaggio di Borovoy nella regione di Kharkiv: ci sono morti e feriti tra la popolazione civile. “Secondo i dati preliminari, fino a dieci persone sono state uccise e 30 sono state ferite”, ha detto a Interfax-Ucraina Dmytro Chubenko, addetto stampa dell’ufficio del procuratore regionale di Kharkiv.

Leggi anche: Strage di Bucha, sale il bilancio dei morti: 360 vittime, fra cui 10 bambini