Strage di Bucha, sale il bilancio dei morti: 360 vittime, fra cui 10 bambini

Strage di Bucha
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Strage di Bucha: continuano ad arrivare sempre più brutte notizie sia sul bilancio delle vittime sia sulle torture russo inflitte a migliaia di civili ucraini. Nonostante la propaganda russa continui a parlare di fake news.

Strage di Bucha, sale il bilancio dei morti

La strage di Bucha non ha fine. Giorno dopo giorno aumenta il numero di vittime e le disumane scoperte di ciò che è avvenuto nella città ucraina. Dunque, il numero di morti passa dalle 320 alle attuali 360, tra cui 10 bambini. L’aggiornamento è riportato su Telegram dalla commissaria per i diritti umani del parlamento Denisova, citando le autorità cittadine.

Secondo quanto altro viene riportato, a Bucha i russi avrebbero creato una camera delle torture, “c’ era il quartier generale del leader ceceno “Kadyrov” e lì molti adulti e minori sono stati torturati dai russi.

Secondo l’ultimo aggiornamento dell’Ufficio dell’Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani si registra tra le 1.766 vittime civili almeno 284 donne, 69 bambini, 27 ragazze e 43 ragazzi.

Il sindaco di Bucha ai russi: ” Venite a guardare le vittime negli occhi”

Il massacro di Bucha non è un “fake”, come più volte asserito da Mosca e dal ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov. Rispetto alla continua propaganda russa che parla di notizie false del massacro nella cittadina russa, risponde il sindaco di Bucha: “Io propongo ai politici russi che fanno queste dichiarazioni di venire a visitare Bucha così come Mariupol, ed altre città, e vedere con i propri occhi gli occhi delle vittime”, riferisce a Sky TG24 il sindaco di Bucha Anatoly Fedoruk.

“Nel mondo civilizzato e democratico – ha detto Fedoruk – non ci sarà nessuna persona che riuscirà a credere a quelle cose che dicono i rappresentanti della Federazione russa, loro quella in Ucraina, contro il nostro popolo, la chiamano ‘operazione speciale’, non guerra. Io propongo ai politici russi che fanno queste dichiarazioni di venire a visitare Bucha così come Mariupol e vedere con i propri occhi gli occhi delle vittime. E’ vero che i cadaveri coprivano le mine ma ora sono già stati sminati e sono già stati portati via. Che ci siano delle mine è la verità”.