Tagli in vista agli straordinari dei forestali. Festività negate

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

A lamentare l’ennesimo schiaffo ricevuto dalla politica sono anche i forestali. L’Ugl ha parlato di un vero e proprio blitz su quanto previsto, nell’ambito della legge di stabilità, per lo straordinario festivo. A far infuriare le sentinelle del verde l’idea di non pagare più il personale che nei giorni di festa è al lavoro in base alle ore di servizio prestate, ma soltanto per quelle che vanno oltre la normale prestazione lavorativa in un normale turno settimanale. Il sindacato ha fatto notare che c’è anche giurisprudenza in merito, ma l’ennesimo ritocchino in negativo per quanti sgobbano con una divisa indosso è dietro l’angolo. Straordinario da pagare sì, ma un po’ meno straordinario. L’unica concessione sembra quella del mantenimento dell’indennità di otto euro a titolo di compensazione.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA