Telese e Giletti, reportage d’autore. I nuovi format funzionano. Talk meno noiosi. Il Pd contro Ballarò. E Grillo difende Vianello

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il reportage cambia il talk. Era ora. Meno chiacchiere e più storie da raccontare e soprattutto da vedere. Francesco Fossa per Matrix ha realizzato un lungo servizio di 4000 km, attraverso tutto il tragitto che va dal confine turco all’Austria. Una testimonianza reale del dramma dei migranti. Domenica toccherà a Massimo Giletti far vedere la sua intervista a un miliziano dell’Isis, realizzata nel Kurdistan, in un luogo a 50 km dalla capitale Ebril verso Mosul. Da tutto il materiale girato, Giletti trarrà un reportage che dovrebbe andare in onda il 24 ottobre, in seconda serata, sempre su Raiuno. Inoltre sia Telese sia Giletti hanno scelto ospiti noti, ma non habitué inflazionati del talk come troppo spesso fanno Giannini e Floris (che passano da Salvini a Camusso e Bersani). Oltre la qualità, Matrix ha portato a casa pure un buon risultato di share, di poco inferiore a quello di Vespa con Porta a Porta.

BELEN ARRESTATA
Grande folla a Spoleto per vedere il ciak di Belen Rodriguez in un episodio di Don Matteo 10. La showgirl argentina veste i panni di una escort che poi viene arrestata dai carabinieri di Nino Frassica. Mentre Belen girava, la rivale Nina Moric andava giù pesante nel corso della trasmissione radiofonica Stanza selvaggia su M2o, condotta da Selvaggia Lucarelli. Belen è stata definita dalla Moric come una cagna in calore.

CRIPTA CHI PUÒ
Sky e Mediaset continuano la guerra del criptaggio di eventi e programmi, fregandosene altamente del povero telespettatore che alla fine risulta il più danneggiato. L’ennesima perla della collana risale a ieri sera. Sky ha deciso di criptare il segnale di Mtv sulla piattaforma di Tivùsat e oscurare la partita in chiaro della Fiorentina in Europa League. Anche Tivùsat, dunque, comincia a dare fastidio, dopo che a settembre la vendita dei decoder sta andando in overbooking. Una crescita esponenziale, soprattutto negli ultimi mesi (in totale sono 2 milioni e 500 mila le smartcard attivate in 6 anni). Roma-Barcellona su Mediaset Premium è stata vista da una media di 824.471 spettatori, pari al 3,24% di share. Manchester-Juve di martedì era stata vista da 801.000 spettatori con il 3,2%.

L’IRA DI GRILLO
Il M5s deve essere censurato dalla Rai per ordine del Pd. A dirlo è Beppe Grillo che si è scatenato contro il partito del premier dopo che alcuni esponenti hanno intimato ad Andrea Vianello, direttore di Rai3, di presentarsi in Vigilanza. Motivo? Le due interviste fatte da Giannini a Ballarò ai cinquestelle Di Maio e Di Battista.

STORIE VERE AL 20%
Il mattino di Raiuno ha davvero l’oro in bocca. Unomattina dà il buongiorno a 847.000 telespettatori con il 19,97% di share. E a seguire Storie Vere con Eleonora Daniele porta a casa una media di 818.000 spettatori e uno share del 20,62%. In pratica il programma fa da traino anche a Elisa Isoardi che prende una boccata di ossigeno con A Conti Fatti – La parola a voi (821.000 spettatori con il 14,97%).