Tennis, Federer si arrende a Del Potro e dice addio agli Us Open. Ma la sua resta una stagione fantastica con i trionfi agli Australian Open e a Wimbledon

dalla Redazione
Sport
Finisce il sogno di Roger Federer agli Us Open. Il campione svizzero è stato sconfitto per 3-1 ai quarti di finale da Juan Martin Del Potro che in semifinale sfiderà Rafael Nadal.
Troppi errori rispetto al solito per Federer che alla fine ha pagato il conto. Dall’altra parte un Del Potro in grande spolvero per una partita molto bella e intensa. Primo set all’argentino, secondo allo svizzero. Il terzo set, il più combattuto, si è deciso al tie break. E quarto set che ha chiuso la partita. D’altronde più la partita si allunga e maggiori diventano le insidie per Federer.
“Ragazzi, non posso dire di aver avuto un atteggiamento negativo”, ha commentato Federer a caldo, “ma quando sono entrato in campo sentivo di non essere al sicuro da questo match. Non ero tranquillo. Sono felice per Juan Martin, io ho avuto una stagione straordinaria e tutto quello che poteva arrivare qui era un bonus. La verità é che non sono stato al giusto livello, ho faticato troppo nei primi match”. E nessuno può dire il contrario. Re Roger quest’anno è stato straordinario vincendo Australian Open e Wimbledon, due slam su quattro a 36 anni. Chapeau.