Tentazione Mentana per il ritorno di Matrix

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

Se n’era andato sbattendo al porta. Ora la riapre dopo quattro anni. Enrico Mentana varca di nuovo i cancelli di Mediaset. Lo fa accettando l’invito di Alfonso Signorini che l’ha voluto a Studio 5 (la trasmissione celebrativa del Biscione che andrà in onda da luglio) per parlare del Tg5. Il ritorno di Mentana nell’azienda che l’ha consacrato come numero uno ha scosso gli ambienti di Cologno. In molti si chiedono se la sua presenza sia casuale o frutto di chissà quale stratagemma. Che il direttore del Tg7 possa tornare alla guida del nuovo Matrix non è poi un argomento così tabù. Alessio Vinci se n’è andato. Le trasmissioni di approfondimento sui canali generalisti di Mediaset sono destinati ad aumentare con la direzione di Mario Giordano. Avere un format vincente come Matrix e lasciarlo in cantina non sembra una buona idea. E chi meglio di Mentana potrebbe essere l’alfiere del rilancio.

Il direttore è sempre stato legato a Mediaset. Anche nei momenti dello scontro non ha tagliato i ponti con i suoi interlocutori. Mentana e Crippa sono un po’ come Battisti e Mogol. Si sono separati ma hanno continuato sempre ad annusarsi. In fondo si vogliono bene. I rapporti di Mentana con la famiglia Berlusconi sono sempre stati di massimo rispetto, seppure mai convergenti e delineati su posizioni ben precise. Il Cav ha sempre stimato Mentana e il giornalista non gli ha mai fatto mancare il suo appoggio, anche indiretto, soprattutto nei momenti decisivi. Elettorali e non. Quando tutta l’opinione pubblica gli puntava il dito contro. Momenti che si sono da sempre alternati con critiche e battute. Come ad esempio in occasione del programma Bersaglio mobile dedicato al processo Ruby. Una trasmissione che ha fatto infuriare Berlusconi. Qualcuno pensa che un riavvicinamento di Mentana a Mediaset possa anche significare un patto di pace sancito tra il Cavaliere e Umberto Cairo, il patron di La7. Comunque il ritorno di Mentana ci sembra un passo ardito, più una voce che una possibilità. Tuttavia non va dimenticato che il direttore del tg di La7 ha già raggiunto il picco. È da tempo che la sua parabola degli ascolti è in fase discendente, del resto di miracoli ne ha già fatti diversi. Quindi, tutto sommato, lasciare l’emittente di Cairo per rilanciare Matrix potrebbe convenire anche a Mentana.

@marcocastoro1

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA