Tragedie in alta montagna. Cinque morti in due giorni sul Monte Rosa. Ieri hanno perso la vita tre alpinisti svizzeri, oggi nuova tragedia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Tragedie senza fine in alta quota. Deceduti due alpinisti sul Passo di Verra, sul Monte Rosa. Le due salme sono state avvistate da una guida alpina impegnata nell’ascensione del Polluce. I corpi si trovano a quota 3.800 metri. Potrebbero essere caduti per alcune centinaia di metri nella zona a monte della via normale di salita al Polluce (4.092 metri), sulla parete Ovest.

Soltanto ieri tre alpinisti svizzeri sono stati ritrovati senza vita sul Monte Rosa. Le vittime sono precipitate per 800 metri dal Colle Gnifetti dove erano con altri cinque scalatori, legati in cordate da due gruppi da tre e uno da due.  le Gnifetti è una delle vette più alte del massiccio del Monte Rosa nelle Alpi Pennine con i suoi oltre 4500 metri di altitudine e si trova sul confine italo-svizzero. L’incidente è stato causato dal cedimento di una cornice di neve su cui si trovava la cordata, secondo le guide del soccorso alpino valdostano.