Trump si arrende ma continua a parlare di brogli e complotti. “Ci sarà una transizione ordinata verso il 20 gennaio ma continueremo la nostra lotta per rendere l’America di nuovo grande”

Donald Trump
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il presidente, Donald Trump, dopo gli scontri al Congresso (leggi l’articolo) e una lunga serie di post e video in cui incitava i suoi supporter alla rivolta, quasi tutti rimossi dai social perché giudicati pericolosi dai gestori, in una nota diffusa dalla Casa Bianca ha detto: “Anche se sono totalmente in disaccordo con il risultato delle elezioni, e i fatti sono dalla mia parte, ci sarà una transizione ordinata il 20 gennaio prossimo”. “Ho sempre detto che continueremo la nostra lotta per assicurare che solo i voti legali vengano contati. Questo – ha detto ancora – rappresenta la fine del più grande primo mandato della storia presidenziale, ma è solo l’inizio della nostra lotta per rendere l’America ancora grande!”.