Tutti attaccati a Maria De Filippi. Pure Ricci. La conduttrice corteggiata per condurre Striscia. Mediaset la tallona per gli speciali. Ma ci saranno solo le tre puntate su Renato Zero

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Antonio Ricci sta corteggiando Maria De Filippi. La vorrebbe in coppia con Michelle Hunziker in conduzione a Striscia la Notizia. Fin dall’avvio della nuova stagione (dal 21 settembre come anticipato da TvZoom). Ma la Signora delle telecamere non ha ancora sciolto la riserva. Probabilmente accetterà solo la prima puntata (Ricci la vuole per la settimana di avvio). Del resto la sua stagione è piena di impegni fin dal pronti/via. Oltre a Tu sì que vales, C’è posta per te e Amici ci sono gli speciali tanto attesi e decantati da Mediaset. Che non saranno numerosi come sperano a Cologno ma – salvo cambiamenti di programma – solo le tre puntate dedicate a Renato Zero. A meno che la De Filippi non decida di lavorare h24 registrando pure la notte.

E COSTANZO BATTE LO SPECIALE

Le repliche storiche del Maurizio Costanzo Show, in onda la domenica sera su Retequattro, vanno forte. Nell’ultima uscita la puntata ha fatto più share dello Speciale Tg1 (6,61% contro 6,37%) e della Domenica sportiva estate (4,42%).

PIROSO E IL CALCIO ALLA TV

Che fine ha fatto Antonello Piroso? Ha rifiutato contatti e contratti con Agon Channel, L’isola dei famosi e l’Unità per la direzione. Per ora sembra preferire il palco alle telecamere. Sta girando l’Italia come  direttore artistico del tour da lui ideato per la Federcalcio, Razzisti? Una brutta razza. Il 21 febbraio ha debuttato a Firenze, l’ultima tappa a dicembre 2016. A giugno ha portato al teatro Verdi di Cesena il monologo Ironicamente illese le ruote sulla tragedia di Superga e l’epopea del Grande Torino. Lunedì 27 sarà a presentare – affiancato da Laura Barriales – la compilazione del calendario di serie A. Una produzione della Infront di Marco Bogarelli che Mediaset trasmetterà su Italia1 alle 19 in diretta dall’Expo di Milano. Ma Piroso non disdegna le uscite mondane. Giovedì 16 sulla terrazza Civita di piazza Venezia è stato visto, scortato da una valchiria che lo sovrastava di una decina di centimetri, alla presentazione dello spot che Pupi Avati ha realizzato per Trenitalia.

 

BACCONI LASCIA LA DS

Il prof Adriano Bacconi, questa volta ha deciso di non fare le cose a metà e di dedicarsi interamente all’Inter a discapito della presenza alla Domenica sportiva. D’altronde con l’arrivo dei droni negli allenamenti occorrono massimi esperti di tattica, dati e filmati. Bacconi ha fatto parte del team campione del mondo di Marcello Lippi a Berlino. In passato ha continuato a partecipare alla Ds nonostante la consulenza all’Inter. Al contrario di Daniele Adani che ha preferito restare opinionista di Sky, non accettando la proposta nerazzurra.

 

DIRITTI

Aggiornamento per il calciofilo. Premium ha l’esclusiva di Champions League, Ligue 1 e Scottish Premiership. Su Sky e Fox le gare di Europa League, Premier, Liga, Bundesliga e campionato olandese. Sky trasmette anche le gare di qualificazione agli Europei 2016, tutta la Serie B e l’intera Serie A (su Premium le partite di Juve, Roma, Lazio, Napoli, Milan, Inter, Genoa e Fiorentina). Alla Rai la Coppa Italia e le partite della Nazionale.

 

LA MESSA BENEDICI GLI ASCOLTI

Su Rai1 la Santa Messa di domenica scorsa ha ottenuto uno share del 17,08%. Molto bene anche quella trasmessa da Rete4 (14.86%).

 

LANDI E LA CAUSA RAI

Lorella Landi ha fatto causa alla Rai per chiederne l’assunzione. “Mi sono stancata della precarietà – ha detto a Blogo Tv – Ho lavorato sedici anni per quest’azienda con contratti che dissimulavano la mia qualifica, tutti precari. A un certo punto ho chiesto il riconoscimento del mio titolo professionale con adeguamento e assunzione. Non comparivo in video perché c’era questa motivazione, ma non la potevo dire”. La prima udienza c’è stata, a novembre ci sarà la seconda.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA