L’Ue intende sanzionare l’Iran per la vendita dei droni a Mosca

L'Ue si appresta a sanzionare cinque individui e tre società iraniane per la vendita dei droni kamikaze utilizzati dalla Russia in Ucraina.

L’Ue si appresta a sanzionare cinque individui e tre società iraniane per la vendita dei droni kamikaze Shahed 136 utilizzati dalla Russia per attaccare l’Ucraina.

L’Ue si appresta a sanzionare cinque individui e tre società iraniane per la vendita dei droni alla Russia

La proposta è stata stilata dal servizio esterno europeo e ora andrà al vaglio dei rappresentanti permanenti dell’Ue (Coreper). La bozza, secondo quanto è stato riferito da fonti dell’Unione europea, è ancora suscettibile di cambiamenti. L’ok finale alle sanzioni per la fornitura a Mosca di droni da parte dell’Iran dovrebbe arrivare dai leader al Consiglio europeo.

“Pochi anni fa, quando immagini di missili avanzati e droni furono pubblicate, dicevano che erano modificate con photoshop. Ora dicono che i droni iraniani sono pericolosi e chiedono perché li vendiamo a questo o a quello. Queste imprese sono state compiute dalle élite iraniane, portano onore al nostro Paese”. È quanto ha detto, attraverso il suo account twitter, la Guida suprema dell’Iran, Ali Khamenei, in riferimento alle critiche dell’Occidente e di Kiev all’Iran per l’utilizzo di droni iraniani da parte delle forze russe impegnate nella guerra in Ucraina.

Oggi Usa, Regno Unito e la Francia discuteranno dei trasferimenti di armi iraniane alla Russia in una riunione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu

Intanto gli Stati Uniti, il Regno Unito e la Francia intendono discutere dei presunti trasferimenti di armi iraniane alla Russia, e in particola di droni kamikaze, in una riunione a porte chiuse del Consiglio di Sicurezza dell’Onu prevista per oggi. Lo hanno detto alla Reuters diplomatici a condizione di anonimato, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa sul suo sito web.

Secondo Kiev l’Iran avrebbe fornito a Mosca centinaia di droni kamikaze Shahed 136

L’Iran avrebbe fornito alla Russia centinaia di droni kamikaze Shahed 136 impiegati recentemente nei massicci attacchi compiuti su diverse regioni ucraine e anche su Kiev. I droni, secondo le prove raccolte da Kiev, nelle ultime settimane sarebbero stati più volte utilizzati per colpire le infrastrutture energetiche e altri siti sensibili.

Anche questa mattina il governatore della regione di Kiev, Oleksiy Kuleba, ha affermato che la difesa aerea ucraina ha “abbattuto oggetti nemici, compresi i droni Shahed 136 di produzione iraniana”.

Leggi anche: Putin introduce la legge marziale nelle regioni annesse. Secondo Mosca 5 milioni di ucraini si sono rifugiati in Russia