Un computer per cervello. Elon Musk lavora alla startup Neuralink: vuole connettere elettrodi alla testa

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La fantascienza è alle porte. E probabilmente tra qualche anno sarà realtà. Elon Musk, fondatore di Tesla, sta lavorando a un altro grande progetto di innovazione: la startup Neuralink che si occuperà di collegare direttamente il cervello a un computer. Certo, detta così è difficile da capire come possa essere possibile. Ma a questo stanno lavorando i massimi esperti del settore.

Gli obiettivi sono prima di tutto di natura terapeutica: la nuova tecnologia dovrebbe servire cioè a curare malattie. Inoltre è potenziare incrementare le funziono del cervello, da usare magari per scaricare dati. In questa direzione, secondo la stampa specialistica, Elon Musk, pensa a uno strumento di difesa per gli esseri umani per evitare che siano sottomessi dall’intelligenza artificiale. Al momento, comunque, l’unica cosa certa è che la startup è in fase embrionale.

Ma è difficile davvero immaginare come potrebbe essere il futuro se Neuralink di Elon Musk dovesse realizzare il proprio obiettivo. Forse l’unico vero aiuto potrebbe essere la visione di una puntata di Black Mirror, la fortunata serie tv che indica dove ci sta portando la tecnologia.