Un musical per san Giovanni Paolo II. “Non abbiate paura” verrà presentato all’inizio del prossimo anno in occasione della solenne cerimonia di proclamazione a Santo di Karol Wojtyla

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un musical per il Santo Giovanni Paolo II. Si intitolerà “Non abbiate paura” e verrà presentato all’inizio del prossimo anno in occasione della solenne cerimonia di proclamazione a  Santo di Karol Wojtyla. Il testo trae spunto dalle parole utilizzate da Giovanni Paolo II nell’ottobre del 1978 nell’omelia di inizio pontificato ed è stato scritto da don Giuseppe Spedicato, sacerdote dell’arcidiocesi di Lecce, per la regia e il coordinamento artistico di Gianluca Ferrato e Andrea Palotto. L’opera teatrale costituirà uno degli eventi che precederanno e seguiranno la canonizzazione di Giovanni Paolo II, già proclamato Beato. Una delle iniziative in via di definizione è la replica del musical in Vaticano alla presenza dei due Papi, Francesco e Benedetto XVI. Successivamente l’opera sarà messa a disposizione di tutte le diocesi italiane per una serata-evento da organizzare sui rispettivi territori ove saranno invitati le autorità locali e gli esponenti delle altre due grandi religioni monoteiste, quella ebraica e quella musulmana, per poi passare alla tournee internazionale.

“Non abbiate paura” è, attualmente, l’unica opera teatrale-musicale dal vivo ufficialmente riconosciuta come valida a comunicare la figura e il carisma di Giovanni Paolo II. E’ uno spettacolo di musica e teatro fra storia, spiritualità e umanità, capace di trasmettere un messaggio universale di pace, coraggio e speranza, un perfetto equilibrio fra poetica narrativa, spettacolarità tecnica, recitazione, canto, danza acrobatica e musica.

L’opera teatrale  ha già avuto il gradimento dal cardinale Stanislaw Dziwisz, ex segretario di Giovanni Paolo II ed attuale arcivescovo metropolita di Cracovia; da monsignor Slavomir Oder, postulatore per la causa di canonizzazione, e da monsignor Marcello Semeraro, coordinatore del gruppo degli otto saggi nominati da Papa Francesco.