Urbano Cairo si siede al tavolo degli azionisti di Rcs. L’editore di La7 possiede ora il 2,8% del capitale della società del Corriere della Sera

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Urbano Cairo si siede al tavolo degli azionisti di Rcs. L’imprenditore italiano dei media, che ha da poco rilevato La7, ha acquistato 11,8 milioni di azioni ordinarie del gruppo editoriale, esercitando quasi 4 milioni di diritti nell’ambito dell’aumento di capitale di Rcs. Altri 200.000 titoli sono invece stati acquistati sul mercato regolamentato. Attraverso l’operazione Cairo arriva a possedere il 2,8% del capitale della società del Corriere della Sera. La comunicazione arriva dopo che nei giorni scorsi l’imprenditore non aveva smentito le voci di un suo rastrellamento di diritti di Rcs. L’aumento di capitale è stato sottoscritto per un controvalore complessivo di 409 milioni di euro. “Le comunicazioni in tema di partecipazioni rilevanti – si legge nella nota di Cairo – verranno effettuate nei termini e con le modalità previste dalla normativa applicabile”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA