Vaccini in calo. Il ministero studia misure per rilanciarli. Spunta l’ipotesi sanzioni per i medici che li sconsigliano. E scoppia la bufera

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Giallo sui vaccini. L’agenzia Ansa aveva diffuso la notizia dell’arrivo di una stretta sui camici bianchi con sanzioni in arrivo per i medici che sconsigliavano vaccini. Richiami che sarebbero potuti arrivare fino alla radiazione dall’Albo. Ipotesi, poi, smentita dal governo con un botta e risposta che lascia tanti dubbi. “Non è allo studio alcun provvedimento che preveda sanzioni per i medici”, hanno fatto sapere fonti ministeriali, “Nel piano della Conferenza delle Regioni è prevista solo una concertazione con i medici e con il personale sanitario per diffondere la cultura dei vaccini, che è tutta un’altra cosa”. Si tratterebbe quindi di un piano finalizzato a costringere i genitori a vaccinare i propri figli. Spunta anche l’ipotesi di un divieto di frequentare la scuola per i bambini che i genitori non fanno vaccinare. Un’ipotesi per ora. Misure a riguardo sono attese visto che i dati parlando di un calo delle vaccinazioni per poliomelite, tetano, difterite ed epatite B del 95%.