Vania Giglio, chi era l’infermiera uccisa in tangenziale mentre soccorreva un motociclista?

Vania Giglio, chi era l’infermiera uccisa in tangenziale mentre soccorreva un motociclista rimasto ferito in un tamponamento?

Vania Giglio, chi era l’infermiera uccisa in tangenziale mentre soccorreva un motociclista rimasto ferito in un tamponamento?

Vania Giglio, chi era l’infermiera uccisa in tangenziale mentre soccorreva un motociclista?

Vania Giglio: doppio incidente sulla tangenziale est di Milano

Vania Giglio è stata investita mentre si trovava al centro della carreggiata, intenta a prestare soccorso a un motociclista rimasto ferito in un incidente stradale. L’infermiera è stata travolta con violenza da un’auto e, in seguito allo schianto, ha riportato gravi lesioni. Prontamente soccorsa, la donna è stata trasportata all’ospedale Niguarda e ricoverata d’urgenza nel reparto di neurorianimazione. La paziente, tuttavia, si è infine spenta nel tardo pomeriggio di domenica 10 aprile.

I fatti si sono consumati nella notte tra sabato 9 e domenica 1o aprile sulla tangenziale est di Milano. In particolare, il doppio incidente stradale ha avuto luogo lungo il tratto della A51 situato in corrispondenza delle uscite di Lambrate e Cascina Gobba, all’estrema periferia nordest del capoluogo lombardo. In questo contesto, sulla strada a tre corsie che affianca il parco Lambro in direzione nord, una moto ha improvvisamente tamponato un’auto. A seguito del tamponamento, il motociclista – identificato come un giovane uomo di 26 anni – ha perso il controllo del mezzo, cadendo e ferendosi a una gamba. Il 26enne è stato, poi, portato in codice giallo al San Gerardo di Monza. L’automobilista, invece, era un uomo di 31 anni che ha riportato un trauma addominale ed è stato portato in codice giallo al San Raffaele.

Chi era l’infermiera uccisa in tangenziale mentre soccorreva un motociclista?

All’incidente, ha assistito Vania Giglio, 43 anni, ex dipendente dell’Humanitas di Rozzano e residente a Rozzano. Subito dopo il tamponamento, la donna ha fermato la sua auto sulla corsia di emergenza e si è recata al centro della carreggiata per soccorrere il motociclista: nel frattempo, aveva contattato telefonicamente i soccorsi.

Mentre la 43enne stava verificando le condizioni del centauro, tuttavia, una Mercedes Classe A guidata da una donna di 65 anni è sopraggiunta colpendo in pieno l’ex dipendente dell’Humanitas di Rozzano. Giglio, dunque, dopo essere stata ricoverata al Niguarda di Milano, è infine deceduta poco prima delle ore 17:00 di domenica 10 aprile.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram