Vatileaks, ecco la nuova versione della papessa. Francesca Chaouqui nega di aver passato documenti ai giornalisti e nega di aver fatto sesso con Balda

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Francesca Chaouqui nega tutto. Nega di aver passato carte ai giornalisti Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi, gli autori dei due libri sugli scandali vaticani. E nega di aver fatto sesso con monsignor Lucio Vallejo Balda, l’altro principale imputato insieme a lei nel processo Vatileaks. Sulla sottrazione di documenti, però, la Chaouqui cambia versione rispetto a quanto detto in precedenza e nell’udienza di questo pomeriggio ha spiegato: “Fu monsignor Balda e non Nicola Maio (ex collaboratore della Cosea e anche lui imputato, ndr) a sottrarre documenti. Mi sono sbagliata. Balda pretendeva il controllo assoluto su Maio”.  Agli atti del processo è finita anche una lettera con falsa intestazione dello Ior.