Veleni Rai, clima da Basso Impero. Il dg Gubitosi è in uscita. Si affilano i lunghi coltelli. Editto bulgaro, Verro verso le dimissioni dal cda

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La lettera di Antonio Verro scritta all’ora premier Berlusconi nel 2010 e pubblicata dal Fatto Quotidiano ha inasprito ancora di più gli animi e l’aria che si respira a Viale Mazzini. Il testo conferma tre fatti: 1) che l’editto bulgaro partì da Verro e non direttamente da Arcore o dall’allora dg Mauro Masi; 2) che a questo punto più che mai bisogna accelerare la riforma della governance senza più legge Gasparri; 3) che una volta per tutti è giunta l’ora affinché la lottizzazione dei partiti scompaia definitivamente dalla tv di Stato. Vedremo se Renzi avrà il coraggio di farlo. E soprattutto se ci riuscirà. Ora tutti invocano le dimissioni di Verro dal cda, come sarebbe giusto, vista la gravità di certe affermazioni. Tuttavia non pensiamo sia stato l’unico a entrare così direttamente a gamba tesa sui personaggi Rai. Fermo restando, c’è il bisogno di una scossa. Ma a chi gioverebbero le dimissioni di Verro? Di sicuro al d.g. Gubitosi che si vedrebbe eliminare uno degli oppositori più irriducibili alla sua riforma dell’informazione. Tra i pochi che difendono Verro c’è Il Mattinale di Renato Brunetta che parla di macchina del fango, ma la risposta del direttore del Fatto, Marco Travaglio, non si è fatta attendere: il documento parla da sé.

LA CARRÀ PRENDE IL VOLO
È dall’inizio della settimana che ci stiamo chiedendo quando finirà in Rai l’ondata sanremese. Tutte le trasmissioni continuano a fare ascolti grazie alla scia del Festival. È andata bene a chiunque l’abbia fatto. Stasera ci prova anche la malconcia Raffaella Carrà che ormai è costretta a provarle tutte per risollevare i suoi ascolti. Forte Forte Forte (finalmente in diretta!) ospiterà Il Volo, il trio dei tenori in miniatura che ha vinto Sanremo. Tra gli ospiti anche Anastacia e il tecnico giallorosso Rudi Garcia. Evidentemente anche la Carrà vuole riportare la chiesa al centro della piazza.

LA TV DEI RAGAZZI IN PRIME TIME
Dopo il successo della fiction Braccialetti rossi su Raiuno, un altro programma con i ragazzi protagonisti accetta la sfida della prima serata. Questa volta non va in onda su una rete generalista, bensì su Tv2000 di Paolo Ruffini. Si tratta di La Classe, un reality che racconta lo sforzo (enorme) e la gioia (altrettanto grande) del ritorno sui banchi di scuola di dieci ragazzi. Nel talk del lunedì sera, condotto da Marco Presta in prima serata, i ragazzi potranno confrontare le loro esperienze con gli ospiti in studio. Nella prima puntata oltre ai professori, ai parenti e agli amici dei ragazzi, Giovanni Floris, Neri Marcorè e il ministro della Pubblica Istruzione Stefania Giannini. Lunedì prossimo alle 21 si parte su Tv2000 (canale 28 del digitale, 18 di TivuSat, 140 di Sky).

IL RITORNO DI CHIAMBRETTI
Stasera in seconda serata, apre i battenti su Canale 5 il Grand Hotel Chiambretti. Nella serata inaugurale il proprietario dell’hotel, Piero Chiambretti, ospita il calciatore dell’Inter Mauro Icardi, per la prima volta in tv con la moglie Wanda Nara (pensate come sarebbe bello se ci fosse in studio anche Maxi Lopez), Christian De Sica e il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero.