Viale Mazzini riscopre l’America. La Rai: il black out del canale solo un inconveniente. Salvini governa il telecomando. Floris, che crescita

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dopo l’articolo della Notizia, Viale Mazzini ha fatto chiarezza sulla sparizione del segnale che non ha permesso di vedere il canale Rai Italia negli Usa, nel Nord America e nell’America Latina. «In pratica – ha spiegato l’ad di Rai Com, Luigi De Siervo – la programmazione non si è mai interrotta. La decisione di distribuire direttamente i propri canali è stata presa da Viale Mazzini per garantire un maggiore controllo del processo distributivo e commerciale, nonché una migliore qualità del segnale. Dopo 18 anni è stato chiuso il contratto con la società saudita Dallah Albaraka per affidarsi alla banda dei satelliti Galaxy 23 e IntelSat. Questa nuova distribuzione ha creato qualche inconveniente che ha impedito in alcune zone la visibilità del canale, in quanto non tutti gli oltre 1200 distributori hanno provveduto a risintonizzare il segnale. Come del resto accade nelle case con il digitale terrestre. I nostri telespettatori americani possono stare tranquilli: Rai Italia continuerà a vedersi». La questione era diventata oggetto di interrogazioni parlamentari. Per conoscere il motivo dell’oscuramento il senatore dei cinquestelle Airola si è rivolto al presidente del Senato Grasso e alla commissione di vigilanza. Anche Sammarco, deputato di Area popolare, ha presentato un’interrogazione.

TUTTI VOGLIONO SALVINI
Si è cambiato la maglietta ma non ha rinunciato ad apparire come ospite in collegamento in entrambi i talk del martedì sera. Come se non bastasse, Matteo Salvini, sarà stasera anche da Nicola Porro a Virus su Raidue. Se prima il leader del Carroccio era di casa nelle tv, ora che è andato molto bene nelle Regionali, è pronto a governare pure il telecomando.

E DOVRÀ TIFARE PER LO ZINGARO
Salvini è tifoso del Milan. L’ironia della sorte vuole che la sua squadra potrebbe essere allenata proprio da uno zingaro, quel Sinisa Mihajlovic che si è sempre definito così da quando gioca e allena in Italia. Dunque dopo lo scherzetto di Berlusconi anche Salvini dovrà tifare per uno zingaro.

LA PARTITA DEL COLPO AL CUORE
Più che una partita del cuore è stata una gara vera con strascichi velenosi che hanno fatto sfiorare la rissa. Nedved ha reagito con un fallaccio al tunnel subito dal rapper Moreno. Tra Luca Barbarossa ed Eros Ramazzotti sono volati insulti.

BENE GIANNINI E FLORIS
L’eco delle elezioni ha fatto bene ai due talk del martedì sera. Per una volta sia Giannini sia Floris hanno potuto lottare per il podio degli ascolti, dietro solo Rai1 e Canale 5. Ballarò ha ottenuto una media di 1.510.000 spettatori con il 7,31% di share. Dimartedì ha portato a casa un bottino di 1.236.000 spettatori (6,77%). Entrambi hanno battuto la Strada dei Miracoli di Rete4 (1.036.000 spettatori e 5,66%), che in precedenza li aveva superati.

REAZIONE A CATENA
Su Rai1 Reazione a Catena è partito bene. Il game show ha chiuso la puntata di martedì al 26% di share con una media di 4.400.000 telespettatori.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA