Viperetta spegne la tv della Samp. Costi troppo alti, niente pubblicità. Ferrero dice basta. Su Tv2000 c’è tutto il Papa minuto per minuto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il reuccio del cinema, Massimo Ferrero, se la prende con la tv e la chiude. Si sono spente le telecamere di SampTv. Il canale dedicato al mondo blucerchiato (voluto dalla famiglia Garrone nell’agosto 2009) non trasmette più dal primo luglio. Costi troppo alti, quantificabili in circa 500 mila euro, considerati eccessivi per una tv che non ha pubblicità e non può contare su altri proventi. Era visibile sul digitale terrestre in Liguria e Piemonte.

LA PAY TV A PEZZI
Meno male che i rapporti tra la famiglia Murdoch e quella di Berlusconi sono buoni (almeno così ripetono i diretti interessati a ogni occasione che si sentono fare la domanda), altrimenti potremmo assistere al duello tra Orazi e Curiazi. Questa volta però in diretta tv. E senza esclusioni di colpi. I due colossi continuano a darsene di santa ragione. Martedì sera, ai palinsesti di Mediaset, Gerry Scotti ha proposto la gag della parabola da rottamare, perché ormai è un oggetto giurassico, destinato ad andare in disuso. I diritti della Champions, strappati a Sky da Premium per tre anni, con la Juve solo sulla pay e non in chiaro, hanno infiammato la sfida. E lo sport è diventato il palio della contesa. Giovedì scorso il direttore di Sky Sport, Fabio Caressa, ha affondato il coltello: “Mediaset bluffa. La Juve solo a pagamento non è legale. E voglio vedere come faranno a rinunciare agli introiti della pubblicità in chiaro. Agli avversari dico: vi facciamo a pezzi”. Le dichiarazioni di Caressa hanno provocato la reazione ironica dei giornalisti di Mediaset, a partire dal direttore della redazione sportiva, Alberto Brandi che su Twitter ha rivendicato così l’esclusiva delle presentazioni alla stampa di Mihajlovic (nuovo allenatore Milan) e di Mancini (il tecnico dell’Inter) con tanto di hashtag #siamoapezzi. All’iniziativa hanno aderito a pioggia molti giornalisti di Mediaset, twittando su ogni genere di cose. Con tanto di foto di televisori a confronto sulle conferenze stampa in diretta sul canale Sport Premium mentre sul competitor SkySport24 c’erano gli inviati senza le immagini in diretta.

IL VIAGGIO DI FRANCESCO
Tv2000 (canale 28 del digitale terrestre, 18 di TvSat, 140 di Sky, in streaming su www.tv2000.it) coprirà 24 ore su 24 il viaggio apostolico di Papa Francesco in Ecuador, Bolivia e Paraguay. In collaborazione con il Centro Televisivo Vaticano, l’emittente trasmetterà tutti gli spostamenti del Pontefice, gli incontri pubblici e i discorsi previsti fino al 13 luglio. La prima diretta di questa maratona televisiva sarà domani alle 20.40, con la partenza del volo papale dall’aeroporto di Fiumicino.

MTV DA RECORD
Nel mese di giugno il network Vimni, (Viacom International Media Networks Italia) guidato dall’amministratore delegato Andrea Castellari, ha ottenuto il miglior risultato di sempre superando i 7 milioni di persone contattate ogni giorno e, con una share di oltre l’1,5%, si è confermato il sesto editore per volume di ascolti. In particolare, l’offerta del brand Mtv nel mese di giugno ha realizzato un’ottima performance con una share sul target commerciale del 3,2%.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA