Virginia Raggi, ora la Procura di Roma apre un fascicolo sulla consulenza all’Asl di Civitavecchia. E Sabella finisce nel mirino del Csm

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Procura di Roma ha aperto oggi un fascicolo, senza ipotesi di reato né indagati, sul caso della consulenza di Virginia Raggi alla Asl di Civitavecchia. Il fascicolo è stato aperto sulla base dell’esposto presentato dall’Associazione nazionale libertà e progresso (Anlep), riguardo la presunta omissione di dichiarazione di incarichi e compensi da parte del neosindaco Raggi per attività professionale svolta in favore della Asl di Civitavecchia nel periodo in cui riceveva l’incarico di consigliere presso l’assemblea Capitolina di Roma Capitale.

Sempre per la vicenda Raggi, finiscono al vaglio della Prima Commissione del Csm le dichiarazioni rilasciate dal magistrato Alfonso Sabella sul nuovo sindaco di Roma. L’ex assessore alla Legalità del Comune di Roma, infatti, aveva parlato, in un’intervista alla vigilia del ballottaggio, di “avviso di garanzia” come “atto dovuto”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA