Volpi molla la poltrona. Il leghista lascia la presidenza del Copasir. Salvini: “Ora attendiamo le dimissioni di tutti gli altri componenti”

Copasir Volpi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Questa mattina i componenti della Lega nel Comitato parlamentare per sicurezza della Repubblica (Copasir), il senatore Paolo Arrigoni e il deputato Raffaele Volpi, hanno rassegnato le loro dimissioni come componenti del Comitato. Volpi si è inoltre dimesso da presidente del Copasir. La Lega, riferisce una nota, ora “pretende l’immediata, integrale applicazione della legge 124 del 2007 che prevede l’assegnazione all’opposizione di 5 (cinque) componenti su 10 (dieci) tra cui poter scegliere l’eventuale Presidente”.

“I Componenti della Lega nel Copasir – aggiungono dal Carroccio – non parteciperanno alla votazione di nessun Presidente fino alla completa applicazione della legge e si attendono istantanee dimissioni di tutti gli altri componenti del Comitato al fine di consentire ai Presidenti di Senato e Camera le conseguenti valutazioni, riconfermando che gli stessi Presidenti avevano dichiarato completamente legittima sia la composizione del Comitato sia la sua presidenza. I presidenti richiamando l’unico precedente riguardante il governo Monti e la presidenza D’Alema, nel quale veniva negato la presidenza del Copasir alla Lega nonostante fosse l’unica forza di opposizione”.

Dall’archivio: Stallo al Copasir, 51 giuristi contro il Carroccio. Appello a Fico e Casellati: Volpi presidente è una ferita alla legalità.

“La Lega – si legge ancora nella nota – non ritiene di dover inficiare organi istituzionali per questioni politiche o ancor di più per dispute interne a dei “non partiti” di cui non si capisce nemmeno chi sia il capo politico. I componenti della Lega sono anche certi che il Copasir con l’attuale presidenza abbia svolto un ottimo lavoro al servizio del Paese, fatto per altro riconosciuto a tutti i livelli istituzionali. Nella certezza di questo dato di fatto e del contributo dato all’Italia in uno degli anni più difficili della sua storia sorge persino il dubbio che la presidenza di Raffaele Volpi abbia infastidito e disturbato qualcuno. Attendiamo quindi immediate determinazioni politiche da parte di chi negli ultimi mesi ha cercato di delegittimare il prezioso lavoro del Copasir”.

“Il presidente Raffaele Volpi e il senatore Paolo Arrigoni hanno lasciato l’incarico nel Copasir. Ora attendiamo le dimissioni di tutti gli altri componenti e la nomina di un altro comitato” ha commentato il leader della Lega, Matteo Salvini.