Voto di scambio in Sicilia. Indagate 19 persone tra politici e dirigenti del comune di Priolo. Fondi pubblici per 1,8 milioni destinati a sussidi straordinari non dovuti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Concussione, voto di scambio e concussione elettorale per Regionali 2012 e amministrative 2013. E ancora abuso, falso e truffa aggravata. Sono le accuse che hanno portato la procura di Siracusa a indagare su 19 persone tra politici e dirigenti amministrativi del Comune di Priolo Gargallo. Agli indagati viene contestato di aver distratto fondi pubblici destinando ben 1,8 milioni per erogare sussidi straordinari una tantum in cambio di voti.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA