Zidane al Psg più no che si ma diventa una questione di Stato: Macron vuole convincere l’allenatore dopo Mbappè

Zidane al Psg: è diventato uno dei primi tormentoni del mercato estivo. Addirittura il presidente Macron invita l'allenatore a firmare.

Zidane al Psg: nelle ultime ore la pista sembra essersi raffreddata ma ciò che più sorprende è l’intervento nel mercato del club parigino da parte addirittura del presidente Emmanuel Macron, che ha già convinto Mbappè a restare.

Zidane al Psg più no che si ma diventa una questione di Stato: Macron vuole convincere l’allenatore dopo Mbappè

Zidane al Psg più no che si

Zinedine Zidane sembrava ad un passo dal Paris Saint Germain, tanto da essere circolate voci di un possibile esonero dell’attuale allenatore Pochettino. Tuttavia, nelle ultime ore sembra che Zidane abbia rifiutato la proposta del club perché starebbe aspettando la chiamata dalla Nazionale della Francia. Sul possibile trasferimento dell’allenatore francese al Psg, ha parlato il consigliere di Zidane, Alain Migliaccio, smentendo tutto. “Ad oggi sono l’unica persona che può rappresentare Zidane  ha commentato a L’Equipe – e né io né Zizou siamo stati contattati dalla proprietà del Psg. Anzi, non sono sicuro che Al Thani sia davvero interessato all’arrivo di Zidane. Tutte queste voci che circolano sono infondate”.

Macron vuole convincere l’allenatore dopo Mbappè

Nonostante le smentite e le voci che circolano, sembra che il mercato in Francia della squadra più titolata e ricca della Ligue 1 stia diventando una questione di Stato. Addirittura risultano colloqui del presidente francese Emannuel Macron per convincere i giocatori a rimanere o scegliere la squadra parigina.

Dopo aver convinto Kylian Mbappé,, pare, a restare a Parigi, il presidente della Francia Macron ha parlato di un possibile arrivo di Zinedine Zidane sulla panchina del club parigino: “Con Mbappé ho parlato, ma la decisione l’ha presa lui” – ha spiegato a RMC Sport -. “Con Zidane, invece, non ho parlato però ho una grande ammirazione per lui, come giocatore e come allenatore. Mi piacerebbe molto avere nel campionato francese uno del suo talento, capace di vincere tre Champions. Mi auguro che torni in Francia e che alleni un nostro club”.

Leggi anche: Salario minimo, Macron alza l’importo: dalla Francia lezione di welfare a Draghi

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram