Casal Bruciato, la Procura di Roma indaga per istigazione all’odio razziale. La Digos sta analizzando i video delle proteste scoppiate in via Satta

dalla Redazione
Cronaca

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine sui fatti avvenuti nei giorni scorsi a Casal Bruciato, zona est della Capitale. Il reato per cui si procede è propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale. La Digos ha consegnato ai magistrati una prima informativa che ricostruisce quanto avvenuto in via Satta in seguito all’assegnazione di un alloggio popolare a una famiglia rom, vicenda che ha acceso le proteste dei residente e dei movimenti di estrema destra. Al momento il fascicolo è contro ignoti ma gli inquirenti proseguiranno nell’analisi dei video. La Polizia ha già identificato alcuni manifestanti e residenti che hanno insultato i nomadi, compreso chi ha rivolto minacce sessiste a una delle donne della famiglia.