Europeo di Atletica, delusione Tortu sui 100 metri: è soltanto quinto. Felicità Crippa: è bronzo sui 10.000 metri

dalla Redazione
Sport

Il bronzo di Yeman Crippa sui 10.000 metri è la prima medaglia italiana all’Europeo di Berlino. Nulla da fare invece per Filippo Tortu, quinto nella finale dei 100 metri con 10”08. Il velocista brianzolo non ha capitalizzato quanto di buono seminato in stagione, ma ha raggiunto comunque il suo obiettivo minimo: essere in finale. A vincere è stato il britannico Hughes, oro in 9”95 davanti al connazionale Prescod (9”98) e al turco Harvey (10”01). Davanti all’azzurro ha chiuso anche l’altro britannico Ujah, quarto con 10”06. Ha dato forfait per problemi fisici il favorito della vigilia, il francese Jimmy Vicaut. Eliminati in semifinale invece Marcell Jacobs e Federico Cattaneo.

Così lo squillo di tromba in casa Italia porta la firma di Yeman Crippa, terzo sui 10.000 metri con 28’12”15. Il ventunenne, che per l’occasione si è tinto i capelli di biondo, ha superato lo spagnolo Mechaal negli ultimi 50 metri, chiudendo alle spalle del francese Mourad Amdouni (oro in 28’11”22) e del belga Bashir Abdi, argento in 28’11”76. Per il trentino nato in Etiopia è la prima medaglia da Senior dopo tanti podi a livello giovanile. Tredicesimo l’altro azzurro Lorenzo Dini (28’45”04).

Nei 100 in gonnella successo della britannica Dina Asher-Smith (10”85) davanti alla giovane padrone di casa Gina Lueckenkemper (10”98) e all’olandese Dafne Schippers (10”99). Le azzurre Irene Siragusa e Anna Bongiorni si sono arrese in semifinale.

Nelle 50 chilometri di marcia doppio decimo posto azzurro con Marco De Luca (3h55’47”) e Mariavittoria Becchetti (4h31’41”). Titoli all’ucraino Zakalnytskyy e alla portoghese Henriques, la prima a entrare nell’albo d’oro della specialità. Il martello e il peso parlano polacco con Nowicki (80.12) e Haratyk (21.72). Domani si assegnano cinque titoli: attesa per Kevin Ojiaku nella finale del lungo. (ITALPRESS).