Fake news sulle bollette elettorali. Anche il Pd smentisce il giornale di De Benedetti. Una buona notizia utilizzata per denigrare il Governo Conte

dalla Redazione
Tv e Media

Il calo delle bollette di luce e gas, rispettivamente dell’8,5% e del 9,9%, annunciato dall’Autorità per l’Energia (Arera) secondo la legge che prevede di formulare le tariffe in base all’andamento dei prezzi internazionali delle materie prime, per il giornale La Repubblica è una marchetta elettorale per favorire il Movimento 5 Stelle. Peccato che si tratti di una fake news. A dirlo è stato anche Carlo Stagnaro, a capo della segreteria tecnica dell’ex Ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi durante il governo Renzi, che ha smascherato su twitter la propaganda del quotidiano di De Benedetti e di Agnelli, ricordando la semplice verità: Arera “non ha agito per compiacere” il Governo, ma “ha solo svolto correttamente il suo lavoro (nel rispetto di quanto previsto dalle leggi e dalla disciplina di settore)”. Repubblica “tratta Arera come se fosse il braccio operativo del Ministero dello Sviluppo economico. Ma l’Autorità è un organismo indipendente, la cui autonomia deriva dalle direttive europee e che deve al Parlamento, non al Governo, la sua legittimazione”. Così quella che doveva essere una buona notizia per tutti gli italiani che pagheranno bollette più leggere, è stata trasformata in un falso strumento per denigrare il Governo Conte. Peccato che fosse una panzana talmente grande da essere stata smascherata anche dal Pd.