L’ultima gaffe della Prestipino (Pd). Pubblica su Instagram una foto dei suoi studenti: “Boia chi molla Prof!”. Poi la rimuove e dice: “Il profilo lo gestisce mia nipote”

di Giorgio Velardi
Politica

Una foto condivisa in chat, che è poi finita sul profilo Instagram di Patrizia Prestipino, volto noto del Pd romano, membro della direzione nazionale del partito e responsabile del dipartimento per la difesa degli animali. Di professione insegnante.

Che ritrae 4 ragazzi, suoi studenti (dei quali abbiamo oscurato i volti perché minorenni), immortalati davanti a un manifesto del Partito democratico e il commento: “Boia chi molla Prof!”. Seguito dalla risposta della Prof: “Grandi i miei ragazzi!!!! Vi amo e grazie dell’incoraggiamento….”. Insomma, uno slogan di matrice neofascista che stride con la storia di sinistra della Prestipino.

PrestipinoOk

Dopo essere stata contattata da La Notizia per verificare l’autenticità del post, l’interessata ha provveduto a rimuoverlo. Giustificandosi: “Da quello che ho capito, si sta facendo giornalismo su dichiarazioni inadeguate ma che non sottendono nessun tipo di malevolenza, in quanto vengono da ragazzi di cui conosco bene animo e carattere, ma sono purtroppo mutuati dai cori delle curve Nord o Sud degli stadi”.

“Detto questo – ha aggiunto ancora l’interessata – trattasi di conversazioni private pubblicate per 26 minuti su un profilo che io non utilizzo per comunicazioni politiche e che in questi giorni soprattutto è seguito da mia nipote, che certo ha apprezzato il messaggio di in bocca al lupo che i ragazzi volevano mandarmi. Ovviamente senza dare alla frase in questione un peso di carattere ideologico che pure dovrebbe avere”.