Affittopoli non muore mai. Case con vista Colosseo a 10 euro al mese. Il prefetto Tronca alza il tiro e annuncia controlli su tutto il patrimonio della Capitale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Affittopoli riprende quota con i controlli ordinati dal Commissario di Roma, Francesco Paolo Tronca. Sono decine le case su cui sono stati puntati i fari i cui affitti costano poche decine di euro. Prosegueno le verifiche del Patrimonio Immobiliare, come comunica in una nota il Campidoglio. “A tal fine si è avvalso della segreteria tecnica che, nell’ambito di un più vasto controllo teso a pervenire a un censimento esaustivo, ha fino ad oggi estrapolato 574 dati riferibili alle locazioni in essere nel I Municipio – sottolinea nella nota il Campidoglio – I canoni contrattualizzati risultano ampiamente inferiori ai valori minimi di mercato. In molti casi trattasi di importi di poche decine di euro al mese (ad es. un alloggio a Borgo Pio 10,29 euro al mese; un alloggio in Corso Vittorio Emanuele 24,41 euro al mese; un alloggio in via del Colosseo 25,64/mese).

Sono in corso ulteriori accertamenti al fine di verificare: se vi siano occupazioni abusive, (frequenti le discrasie fra gli intestatari dei contratti, risalenti nel tempo, e gli attuali occupanti), l’individuazione dei dirigenti che si sono succeduti nella gestione del patrimonio e che hanno stipulato i contratti ovvero hanno omesso l’aggiornamento dei canoni di locazione, le eventuali azioni in corso volte a recuperare la disponibilità dei beni in capo alla Amministrazione. Il lavoro di analisi proseguirà sull’intero Patrimonio Immobiliare dell’Amministrazione di Roma Capitale.