Annunziata punta i piedi, pronta a mollare la Rai. La conduttrice di In Mezz’ora è fuori dai gangheri per il richiamo dell’Agcom. Ma Gubitosi prende tempo, in caso di necessità c’è Concita De Gregorio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Angelo Costa

A Lucia Annunziata non è andata proprio giù l’ammonizione dell’Agcom che le impone di riequilibrare a destra gli ospiti della sua trasmissione politica domenicale In mezz’ora, spostata, secondo l’autorità, troppo a sinistra. Nel mirino c’è finita assieme a Fabio Fazio ma mentre il prossimo conduttore di Sanremo si è fatta scivolare addosso la polemica, la Annunziata ha consultato gli avvocati perché tentata, ha confidato agli amici, di interrompere la collaborazione con Viale Mazzini. Lucia aveva fatto lo stesso “gioco” anche con Lorenza Lei e ogni volta le sue dimissioni annunciate producevano qualcosa sul piano dell’aumento del suo potere personale. Stavolta invece con Gubitosi pare che la “minaccia” sia caduta nel vuoto. A Rai3 poi sta per arrivare un’altra primadonna, Concita De Gregorio che potrebbe prendere il suo posto nella trasmissione domenicale qualora lei decidesse davvero di lasciare. I bene informati sostengono che la giornalista di Sarno ci stia pensando seriamente.

Un nuovo format per Rai 2
Angelo Teodoli, direttore di Rai 2 farà vacanze corte perché sta lavorando ancora agli aggiustamenti del palinsesto autunnale della rete a cominciare dal “buco” lasciato dalla soppressione, causa bassi ascolti, del programma di attualità Divieto di sosta condotto da Chiara Lico che avrebbe dovuto trainare da settembre il factual di Caterina Balivo Detto, fatto (Endemol). Teodoli pensava ad una striscia politica da affidare ad un altro giornalista del Tg2 ma l’ipotesi non pare gradita ai piani alti di Viale Mazzini che hanno già aperto una pratica sugli ascolti insufficienti del secondo canale. La seconda serata sulla moda di Jo Squillo resta sotto il 3% mentre il nuovo programma Leggende del rock, andato in onda per la prima volta lunedì 29 ha totalizzato poco più del 2 per cento con 170mila telespettatori. A salvare Teodoli, come spiega uno dei suoi vice, potrebbe essere però un nuovo format che arriva dall’estero e che sembra destinato al successo. Ecco la sinossi: un protagonista dell’economia, mettiamo il Luca Montezemolo della situazione, si traveste da operaio e va a lavorare nella sua azienda ripreso 24 ore su 24 da telecamere nascose. Il cambio di identità applicato a personaggi importanti della vita imprenditoriale italiana sarebbe garanzia di alto share. È questa dunque la carta segreta del povero Teodoli per far risalire gli ascolti di Rai 2?

Liorni resta al palo
È proprio un periodo sfortunato per Marco Liorni, il conduttore stimato dal consigliere di Forza Italia Antonio Verro che sta conducendo con la giornalista del Tg1 Barbara Capponi Estate in diretta ma non sarà riconfermato in autunno. Doveva guidare un nuovo prime time “emotional” dal titolo provvisorio Love is in the air sulla rete ammiraglia, le riunioni di staff erano già state fissate e poi è saltato tutto. Si mormora che a frenare sul sentimental show di Rai1 sia stato il potentissimo agente Lucio Presta, amico del dg Luigi Gubitosi e padre-padrone della prima rete dove debutterà la moglie Paola Perego al timone de La vita in diretta e nel prime time Super brain. A Presta non andava giù che Rai1 potesse fare concorrenza a Canale5 che sta mettendo in cantiere I love you, una sorta di Stranamore versione 2013 affidato alla conduzione della pupilla di Lucio, la padrona di casa di Mattino 5 Federica Panicucci che avrà come inviato l’ex GFF Flavio Montrucchio.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA