L’attentatore di Nizza sbarcò a Lampedusa a fine settembre. E’ un 21enne tunisino. Una volta espulso dall’Italia ha raggiunto la Francia

dalla Redazione
Cronaca

L’uomo che ha ucciso oggi tre persone nella basilica di Notre-Dame a Nizza (leggi l’articolo) secondo la polizia francese, che lo ha fermato subito dopo l’attentato, sarebbe sbarcato a Lampedusa, a fine settembre, e avrebbe raggiunto la Francia ad inizio ottobre. Si tratta di un tunisino di 21 anni, Brahim Aoussaoui, il suo nome. Secondo le stesse fonti, citate dai media francesi, il giovane tunisino sarebbe stato fotosegnalato dalla polizia italiana mentre si trovava a bordo della nave quarantena “Rhapsody”, approdata a Bari giovedì 8 ottobre proveniente da Lampedusa. L’uomo aveva ricevuto un ordine di espulsione dal territorio italiano con invito a rimpatrio. Le autorità francesi lo avrebbero riconosciuto grazie ad un foglio rilasciato dalla Croce Rossa Italiana.