Caso Consip, Del Sette condannato a 10 mesi. L’ex comandante generale dei Carabinieri era imputato per rivelazione di segreto e favoreggiamento

TULLIO DEL SETTE
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’ex comandante generale dei Carabinieri, Tullio Del Sette, accusato di rivelazione del segreto d’ufficio e favoreggiamento, è stato condannato dieci mesi di reclusione dai giudici dell’ottava sezione collegiale del Tribunale di Roma nell’ambito del processo scaturito dall’inchiesta Consip. I giudici hanno riconosciuto all’alto ufficiale dell’Arma le attenuanti generiche. Il pm di Roma, Mario Palazzi, aveva chiesto per il generale una condanna a un anno e 2 mesi. L’ex comandante generale dei Carabinieri, secondo l’accusa (leggi l’articolo), nel maggio 2016 avrebbe informato l’allora presidente del centrale acquisti della Pa, Luigi Ferrara, dell’esistenza di una inchiesta penale sul conto dell’imprenditore campano Alfredo Romeo e di essere cauto “nelle comunicazioni a mezzo telefono”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA