Che caos alla Fifa. Il comitato etico sospende per 90 giorni Blatter e Platini

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una vera e propria doccia gelata per il presidente della Fifa Sepp Blatter e il suo possibile successore Michel Platini. Il comitato etico della Fifa ha infatti deciso di sospenderli per 90 giorni. La commissione non si è però fermata qui. Ha disposto una sospensione di 90 giorni anche per il segretario generale Jerome Valcke e squalificato l’ex vicepresidente della Fifa Chung Mong-joon per sei anni multandolo, inoltre, di 100.000 franchi svizzeri.

LA MOTIVAZIONE
Il comitato ha giustificato i provvedimenti dicendo che “tali decisioni riguardano le indagini che vengono svolte dalla camera d’inchiesta del comitato etico”. La sospensione potrà poi essere prorogata per un periodo di 45 giorni. Le sanzioni hanno effetto immediato e impediscono a Blatter e Platini di partecipare a “tutte le attività calcistiche a livello nazionale e internazionale”.

LA RISPOSTA
Il primo a rispondere alla squalifica è l’ex stella della Juve: “Nelle ultime settimane, ho sottolineato la mia disponibilità a cooperare pienamente con le autorità che svolgono le varie inchieste, nel rispetto delle più severe norme procedurali. La Fifa, d’altra parte, ha chiaramente calpestato tali norme” ha detto il presidente della Uefa che ha aggiunto: “Ho sempre agito e mi sono sempre espresso con onestà, coraggio e candore, perché sento che questo è il mio dovere morale. Mi candiderò ugualmente per le elezioni”.